Animale troglofilo dell’anno 2017: vespa quadripuntata

La vespa parassita quadripuntata (Diphyus quadripunctorius) è stata menzionata per la prima volta nel 1776 dallo zoologo danese Otto Friedrich Müller nel suo libro “Zoologiae Danicae Prodromus, seu Animalium Daniae et characteres Norvegiae Indigenarum, nomina, et sinonimi Imprimis popularium” con l’appellativo di Ichneumon quadripunctorius.
Il libro – considerato la prima guida faunistica di Danimarca e Norvegia – è disponibile su: http://www.biodiversitylibrary.org/item/47550#page/5/mode/1up

Poiché molti di questi animali vanno in letargo in grotte naturali, pozzi minerari e cantine naturali nella roccia, questa vespa icneumonide è stata eletta “animale troglofilo dell’anno 2017″.
Con questa nomination la Federazione Speleologica Tedesca vuole tenere in evidenza quanto sia grande la necessità di esplorare gli ecosistemi sotterranei e studiare le specie li abitano.

Note biografiche.

La vespa quadripuntata in primavera ed estate vive nelle zone periferiche delle foreste e nei prati.
Quando depone le uova la femmina sceglie le farfalle, di cui molte specie sono note come “ospiti-incubatori”: la vespa depone solo un singolo uovo nel bruco di farfalla.
Dapprima la crisalide fa colazione cibandosi del bruco-ospitante. Infine la vespa adulta scivola fuori dalla crisalide.
I maschi quadripuntati si possono trovare solo d’estate: dopo l’accoppiamento muoiono e a svernare rimangono solo le femmine.

Per ripararsi dal gelo invernale van bene grotte, miniere, cantine, ma anche fessure nella roccia o cavità negli alberi dove questi Icneumonidi possono rimanere fino a giugno (fino ad agosto anche con i maschi). In particolare nelle grotte, assiepate in fessure o nicchie, si possono trovare fino a 100 vespe: è il loro luogo di svernamento più comune. Anche a grandi profondità.
Le femmine nere e gialle sono caratterizzate da un anello bianco sulle lunghe antenne, quattro punti luminosi sull’addome nero e le cosce delle zampe posteriori gialle.
Nel maschio manca l’anello bianco delle antenne, le cosce delle zampe posteriori sono arancioni e i segmenti anteriori dell’addome sono gialli.
Il corpo è lungo dai 13 ai 15 mm.

L’area di diffusione della vespa quadripuntata si estende dal Nord Africa e dal Medio Oriente sino in Europa alle isole britanniche e la Scandinavia e più a oriente sino alla parte europea della Russia.
In Germania la specie è conosciuta in tutte le zone connotate da alta presenza di grotte dove ama svernare in grosse comunità.

Diphyus quadripunctorius esemplare femminile


L’articolo originale con le foto della vincitrice è al link http://www.hoehlentier.de/2017.html.

OkNotizie Se ritieni questo articolo interessante, clicca qui e proponilo su Virgilio Notizie dove avrà una notevole visibilità

Leave a Response