COMUNICATO STAMPA

Entrati nella grotta Riesending-Schachthöhle 18 tecnici CNSAS per ultimare l’attrezzamento del tratto di grotta più profondo e avviare il recupero del ferito
CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO
Commissione Comunicazione e Documentazione
COMUNICATO STAMPA
(aggiornamento ore 17:10 del 13 giugno 2014)

18 tecnici attrezzisti del CNSAS sono entrati nella Riesending-Schachthöhle con l’obiettivo di raggiungere il luogo dell’infortunio continuando l’attrezzamento del tratto di grotta più profondo per poi avviare il recupero della barella col ferito, se le condizioni mediche lo permetteranno.

Trasportati in prossimità dell’ingresso e calati coi verricelli degli elicotteri della polizia tedesca, sono entrati in grotta 18 tecnici del CNSAS specializzati nell’approntamento dei dispositivi su corda per il recupero del ferito.

Con loro un sanitario – che darà il cambio a quello che fino ad ora ha assistito il ferito – e numerosi sacchi con corde e materiale tecnico necessario per recuperare la barella sulle numerose verticali presenti.

Gli speleosoccorritori italiani hanno l’obiettivo di continuare il lavoro degli svizzeri che hanno iniziato ad armare per il recupero i pozzi sovrastanti il luogo dell’incidente.

Le condizioni meteorologiche stanno peggiorando rapidamente e questo potrebbe creare ulteriori ostacoli sia al volo degli elicotteri che alla progressione dei tecnici all’interno della grotta stessa. Per fare fronte a questa possibile emergenza è stato fatto atterrare nelle immediate vicinanze dell’ingresso un container dove sono stati predisposti materiali tecnici e di supporto logistico a disposizione dei soccorritori.

Il prossimo aggiornamento stampa è previsto per le ore 19:30
Seguite le notizie ufficiali e guardate foto e video sul sito del Soccorso Speleologico: www.soccorsospeleo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.