Colpito da un grave lutto in questi giorni, il forte speleosub Gigi Casati continua le esplorazioni oltre il sesto sifone alla Vall’Orbe, in Svizzera, ultima punta di 13 ore. Con tutto il nostro affetto gli porgiamo le più sentite condoglianze.

Foto Léo Poget
Gigi casati, Foto Léo Poget

Dalla sua pagina facebook leggiamo:
“…Purtroppo Vall’Orbe mi esige per recuperare le attrezzature lasciate sui bordi dei vari sifoni: nel fine settimana sono annunciate piogge abbondanti e non mi posso permettere di lasciare che una piena si trascini via tutto. Alla sera di giovedì ritornando a Vall’Orbe, un gruppo di cervi mi osserva dal buio del prato. Il giorno seguente sarà quello dell’immersione e coincide tristemente anche con la morte in immersione, del mio mentore e amico Jean Jacques Bolanz. Cuore congelato, cervello al lavoro. Conosco la mia testa e so che posso farcela.

Esplorazione: superato il primo sifone, quando sono in aria, devo lottare con una situazione strana perché qualche minuto ho mal di testa e mi sembra di non riuscire a respirare. Tutto passa quando si inizia a camminare per raggiungere il secondo sifone.
La percentuale di ossigeno nelle gallerie aeree è compresa tra il 16 e il 17% ma questo non spiega la sensazione provata.

Al sesto sifone, quello da esplorare, calcolando l’andamento dei sifoni precedenti, Stéphan e io, ci immergiamo limitandoci a un nitrox 40% contenuto nella bombola di emergenza che alimenta anche il rebreather.
Raggiunti i -30m, percorsi solo 40m, è verticale ma, essendo a 1.6 di pressione parziale, è opportuno e prudente fermarci. Sotto di noi la galleria continua, ma la visibilità di 2-3m permette di vedere a malapena.
Rientriamo, mettendo in sicurezza la parte di attrezzature da lasciare in grotta per le future esplorazioni.
Al ritorno, il cuore ricomincia a prendersi un po’ di spazio e a fare sentire il suo peso. Usciamo dopo 13 ore.
Ringrazio tutti quelli che hanno aiutato Stéphan e me a trasportare i materiali e che si sono dati da fare per semplificarci il percorso fino al primo sifone.

Tutta la news sulla pagina facebook di prometeo Ricerche: https://www.facebook.com/prometeo.ricerche/posts/4341985915930553

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.