Notizia di Gaetano Proietto

Salve!
Scrivo alla lista per portare a conoscenza del fatto che nello scorso week-end è stata fatta sui Monti Alburni (Campania), la giunzione tra due importanti cavità del massiccio: sono state infatti unite, da speleologi del Gruppo Puglia grotte di Castellana Grotte (Ba), l’Inghiottitoio I dei Piani di S. Maria con l’Inghiottitoio III dei Piani di S. Maria.
Ora il sistema misura circa 2150 metri, facendo rimanere la profondità invariata: 420 metri.
La giunzione è avvenuta forzando due strettoie presenti al vecchio fondo dell’Inghiottitoio I e passando attraverso due meandri semiallagati e scendendo due pozzi, il tutto per una lunghezza di circa 30 metri e un dislivello di circa 20 metri. Questi dati sono approssimati, in quanto non è stato fatto ancora il rilievo, causa il tanto freddo preso in acqua!!!
Le esplorazioni non si fermano però qui: il prossimo obiettivo è raggiungere il fondo, dove è presente la galleria del collettore degli Alburni, che sbuca dopo circa 8 km e 300 metri di dislivello, alla sorgente dell’Auso, ed effettuare alcune risalite.
Per far ciò, si sta pensando di organizzare un campo speleo, nel periodo 11-19 agosto. Chi fosse interessato, mi può contattare.

Un saluto a tutti

Gaetano (GPG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.