Il territorio di Poljane nel Matarsko podolje ha iniziato a dare grosse soddisfazioni ai grottisti del JOSPDTrst  nel luglio dell’anno scorso, con la scoperta della grotta St60 sulle pendici del Stržen sopra la fabbrica Plama. Si tratta di un ampio P20 con una gran bella galleria orrizontale molto concrezionata di circa 200 metri di lunghezza con un pavimento costituito da crepe in argilla molto profonde, di rara bellezza.

La magia che si respira nei boschi ci ha indotto ad ampliare le ricerche e si è arrivati alla scoperta dell’abisso Ozka Neskoncnost (Infinito Stretto), un piccolo buchetto sul bordo di una dolina piuttosto piatta, allargato in una sola uscita, che si è rivelato un bel pozzone attivo di più di 150 metri di profondità.

Sul fondo una piccola fessura ed un meandro nel quale l’aria lascia presagire un grottone non da poco. Sono iniziati i lavori di allargamento del meandro, con l’aiuto di Jaka del gruppo speleo JD Sežana, che dovranno continuare con diverse uscite, sicuramente faticose per la profondità del cantiere, le dimensioni disagevoli ed i rivoli d’acqua sempre presenti nel pozzo. Ma l’aria è davvero troppa, è impossibile rinunciare allo scavo. La grotta è sicuramente una delle più promettenti del Matarsko podolje.

Il mese scorso, a meno di 130m da questo ingresso è stata scoperta una nuova interessante grotta, con una ampia sala e prosecuzioni che promettono di dare spettacolo, ancora tutta da esplorare. Forse abbiamo trovato una chiave di lettura di questo fantastico territorio, oppure nuove scoperte ci diranno che ci siamo sbagliati… Comunque vada, ci sarà da divertirsi. L’autunno nei boschi di Poljane è uno spettacolo da non perdere.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.