Fino al 30 giugno 2019 al Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, da martedì a domenica dalle 9 alle 17, nell’esposizione “Orsi e uomini – una preistoria dei colli berici” farà bella mostra di se lo scheletro ricostruito con resti ossei recuperati nel corso degli scavi archeologici nella cavità della Grotta del Broion a Longare e conservato solitamente al Museo del dipartimento di studi umanistici “Piero Leonardi” SMA -Sistema Museale di Ateneo – dell’Università di Ferrara.

Il museo si avvale del contributo degli archeologi dell’Università degli Studi di Ferrara e di Bologna da anni impegnati in progetti internazionali per le campagne di scavo in grotte e covoli dei Berici.

Ad illustrare il rapporto che lega uomini e orsi sono previste anche iniziative per le scuole.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.