Vino e Giovani

Notizia postata dalle Pagine di Iaia, notizia originale su “Repubblica
Adesso insegnano l’arte di bere il vino all’università
Ma a noi grandi esperti bevitori hanno detto niente? Forse si, perchè l’iniziativa è del Ministero delle Risorse Agricole e Forestali… il Ministro Alemanno è un appassionato della montagna e fu anche presente a qualche esercitazione del soccorso in anni passati. Vuoi vedere che qualche sbornia se la prende anche lui?

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Novit

Notizia dell’UTEC NARNI
Continuano a dare sorprese le innumerevoli strettoie della grotta di Montebuono
Niente di eclatante, se non che si continuano a trovare altre congiunzioni all’interno della stessa grotta, un labirinto stretto e a volte anche fangoso ci ha fatto arrivare a -70 e per chi conosce l’aria che esce dall’ingresso.. bhe, ce la ritroviamo ancora tutta dentro una diaclasi denominata “incubo” a -70.. l’aria si infila dove un essere umano non riesce ad infilarsi.
Novità anche dal punto di vista burocratico: Lo scorso anno il Comune di Montebuono ci ha affidato finalmente una copia della chiave del cancello di ingresso, infatti la grotta si apre ad un paio di metri dalla strada provinciale,
accreditandoci come un gruppo sicuro di quello che fa e quindi attualmente siamo l’unico gruppo che và in quella grotta senza dover chiedere lunghi permessi al Comune o ai Carabinieri di Castelvecchio. Il bello è che durante una uscita ad Alien3 con altri speleologi romani, abbiamo scoperto che il Comune in alternativa alla richiesta dei permessi, consiglia a chi vuole andare in grotta di chiamare il nostro gruppo e farsi accompagnare. Accogliamo con un pizzico di soddisfazione la fiducia accordataci.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Corso Nazionale “Tecniche di soccorso e autosoccorso in grotta”

Notizia di Pavel Bonato
Vi informo che è già disponibile un’anteprima sul programma del corso
all’ indirizzo www.scvalceresio.speleo.itLe informazioni non sono ancora ufficiali ma ufficiose.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Conferenza scientifica in Russia

Notizia dell Russian Union of Cavers
Commission of Internation Relations
Victor Komarov estavela@automail.ru
http://sinto.ru - Tourism equipment
http://perovo-speleo.ru - Speleoclub

KUNGUR ICE CAVE Perm region, Russia
OFFICIAL INVITATION LETTER
It is our great pleasure to invite you to participate in the international
scientific conference, which will take place from May, 29 to May, 31 in
Kungur city.
This official event is held on under the auspices of the 300-th Kungur Ice
Cave anniversary as a scientific and excursion activities object.
The Kungur gypsum cave is the oldest show cave in gypsum of the world.
Chairman of Organizing Committee,
Doctor of Geology, professor,
Chief of engineering geology and subsoil protection department, Perm State
University
Dublyansky Victor
Information on the 300-th anniversary of the Kungur Ice Cave
TITLE
The 300-th anniversary of Kungur Ice Cave as a scientific and excursion
object
PERIOD
May, 29 – May, 31
PLACE
Kungur Ice Cave, Kungur city, Perm region, Russia
HOSTED BY
“Permtourist” company
ORGANIZED BY
Government of Perm region
Government of Perm city
Government of Kungur city
Government of Kungur region
Perm State University
Mining Institute – Ural Branch Russian Academy of Sciences
Scientific Institute by Perm State University
“Permtourist” JSC
“Ural Analytical Centre”
PARTICIPANTS
About 50 representatives of the tourism industry and science (domestic and
foreign)
MAIN EVENTS
* Opening ceremony (May, 28
* INTERNATIONAL SCIENTIFIC CONFERENCE
The topics are the following:
(Kungur Ice Cave. The history of its discovery, exploration and
environmental protection.
(Caves as underground areas. The scientific exploration of the underground
areas.
(Caves: tourist and excursion activities.
(Monitoring and environmental protection of the underground areas.
* We kindly ask you to send the confirmation of your participating to e-mail
address:
For contacts:
* Kadebskiy Yuriy Tel. + 7 (34271) 3-97-19
e-mail: Icecave@bk.ru
* Oborin Igor Tel. + 7 (3422) 90-69-09
* e-mail: centr@permtourist.ru
* Press conference
* “Mystery of the Kungur Cave” photo exhibition
* Exhibition – “The books and papers speak about the Kungur Cave”
* Kungur City sightseeing
* Excursion to Kungur Ice Cave
* Theatre performance, folk artists
* Fireworks show
HELPFUL INFORMATION
Accommodation
* We will be glad to welcome you at the hotels: “URAL” *** and
“URAL DIAMANT” **** (Perm),
“Stalagmite” (Kungur)
Services
* VISA SUPPORT
* Tourism & excursion department
* Bars & restaurants
* Visa, Dinners Club, Master Card, Euro Card, Cirrus credit cards servicing
(at the “Ural” and “Ural Diamant” hotels)
* Guide and interpret servicing
Transportation
* Air
Moscow – Perm (2 hours)
All information you can find on
www.sheremetyevo-airport.ru
* Express way
Perm – Kungur (2 hours)
For contacts: travel@permtourist.ru
Tel. + 7 (3422) 12-48-43

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Grotte del Montello in TV

Notizia di Paolo Gasparetto, Gruppo Naturalistico Montelliano
per chi vuole vedere un pò di grotte del Montello in Tv con il Gruppo Naturalistico Montelliano di Nervesa sarà trasmesso un servizio compreso nella trasmissione “Mondo Agricolo” nelle seguenti televisioni locali:

RTR – venerdi 7/2 h 23.00 – sabato 8/2 h. 13.00 – Domenica 9/2 h. 12.30
EDEN TV – Domenica 9/2 h. 13.00 – lunedì 10/2 h 21.00
CANALE 68 – Domenica 9/2 h. 12.00
TELE VENEZIA – Sabato 8/2 h. 20.30 – Domenica 9/2 h. 12.00
TELE NORDEST – Sabato h. 18.00
TELE BELLUNO – tra sabato e domenica orari da comunicare
TELE NOVO – orari da comunicare (sempre tra sabato e domenica)
TELE ARENA VR – idem sopra
+ tre televisioni regionali Lombarde.
Buona visione a chi riesce ad avere un segnale televisivo “decente”

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Nuovo sito Speleo Club Valceresio

Notizia di Pavel Bonato
Vi comunico che finalmente siamo riusciti a riattivare il sito dello
Speleo Club Valceresio.
Nuovo indirizzo e spero definitivo www.scvalceresio.speleo.it
naturalmente il nostro cammino parte da qui, non aspettatevi troppo
speriamo di riuscire a renderlo quanto più utile e bello possibile
per ora è tutto.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Spelaion 2003 in Puglia

Notizia dalla mailing list di speleo.it
Il Raduno SPELAION INTERNATIONAL 2003 si terrà a San Giovanni Rotondo dal 5 all’8 dicembre 2003

Nel frattempo sul sito del newsgroup speleo.it è in corso un sondaggio su chi andrà o meno al raduno, ma per rispondere bisogna prima iscriversi a yahoo.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Avviso di garanzia anche alla guida alpinistica

Non è speleologico, ma credo che il discorso guide e responsabilità penali interessi molto
La Repubblica 05/02/2003
http://www.repubblica.it/online/cronaca/gerola/avvisi/avvisi.html
La sciagura il 26 gennaio in Val Gerola (Valtellina)
Restarono uccisi tre escursionisti. Reato: omicidio colposo
Causarono la valanga mortale
avvisi di garanzia per tre sciatori
Accusati padre e figlio del gruppo che “tagliò” la neve
ma anche la guida che conduceva le vittime
SONDRIO – Tre avvisi di garanzia sono stati emessi dalla Procura della Repubblica di Sondrio nell’ambito dell’inchiesta sulla valanga che uccise tre scialpinisti lombardi sul monte Olano in alta Val Gerola, domenica 26 gennaio. Destinatari, padre e figlio, ambedue valtellinesi del gruppo che “tagliò” la neve causando la slavina e la stessa guida alpina che accompagnava le vittime. Le ipotesi di reato riguardano omicidio plurimo colposo, lesioni colpose, valanga colposa e omissione di soccorso. Gli avvisi di garanzia saranno notificati nelle prossime ore dai carabinieri di Morbegno (Sondrio) che nei giorni scorsi avevano individuato e interrogato, come persone informate sui fatti, i presunti quattro “pirati della neve” che mancavano all’appello e che furono visti transitare sul costone dal quale si staccò la massa di neve.
Al termine di una raffica di deposizioni in caserma, dove sono state ascoltate complessivamente una cinquantina di persone e sono state portate anche fotografie e diapositive scattate quel giorno da numerosi escursionisti, oggi è arrivata la svolta all’inchiesta del sostituto procuratore Luisa Russo.
Fino ad ora solo due delle quattro persone convocate in caserma giovedì scorso, solo finite nel registro degli indagati. Sono due valtellinesi, padre e figlio. I due amici del ragazzzo, studente all’Università di Pavia, che erano con loro al momento della sciagura, sarebbero stati esclusi da qualsiasi imputazione. Le indagini, dunque, avrebbero identificato con precisione i responsabili nei due indagati. Ma la loro posizione sarebbe ancora al vaglio degli inquirenti.
Il terzo indagato è invece Marco Della Santa, 43 anni, residente a Piani dei Resinelli (Lecco), la guida alpina che domenica 26 gennaio accompagnava la comitiva poi travolta dalla valanga, di cui facevano parte le tre vittime: Alberto Baggioli, 25 anni, ingegnere di Lecco, Marco Greppi, 41 anni, industriale di Olginate (Lecco) e Marta Cesari, 23 anni, studentessa in Medicina all’Università di Pavia e che risiedeva a Cernusco sul Naviglio (Milano).
L’ipotesi di accusa formulata a carico della guida alpina lecchese sarebbe quella di concorso in omicidio plurimo colposo. “Questa sera – ha detto Marco Della Santa – ho ricevuto una telefonata da parte dei carabinieri di Mandello del Lario che mi hanno convocato in caserma per domani mattina per consegnarmi l’avviso di garanzia. Sono sconcertato, ritengo sia ingiusto questo provvedimento preso dai magistrati. Ho alle spalle 25 anni di esperienza in montagna e anche quel pomeriggio ho portato la comitiva lungo un percorso sicuro. A causare la tragedia sono stati i quattro che si trovavano in cima alla vetta con il loro passaggio hanno infatti tagliato la neve facendo staccare la valanga che ha investito il mio gruppo”.
(4 febbraio 2003)

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

St

Giornale di Vicenza di Martedì 4 Febbraio 2003
Grazie al tempestivo salvataggio sta meglio lo speleologo intossicato in
una caverna a Sasso di Asiago
In grotta soccorsi sprint
Le prime cure praticate già sul posto dell’infortunio

di Cristiano Carli

Ieri Matteo Scapin, il trentenne membro del Gruppo Speleologico di Malo
che domenica è rimasto intossicato in una grotta nelle vicinanze della frazione
Sasso (Asiago), era ancora in osservazione all’ospedale di Asiago ma le
sue condizioni non destano ormai preoccupazione. A trarlo in salvo, i volontari
delle squadre di Vicenza e Verona del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e
Speleologico (Cnsas), dopo che un compagno dello Scapin aveva dato l’allarme.
Un mondo sicuramente affascinante quello sotterraneo, ma come ha dimostrato
l’incidente di domenica, non privo di rischi. In questo caso si trattava
di una persona esperta e non incline a imprudenze o improvvisazioni; si
è verificata una fatalità dovuta alla concentrazione di monossido di carbonio
rilasciato dal generatore che alimentava un trapano usato per attrezzare
di chiodi la grotta, in vista di successive escursioni. Tuttavia accade
a volte che si debba intervenire per soccorrere degli ‘avventurieri’ solitari,
ma per fortuna non molto spesso. “Il turismo speleologico” spiega Paolo
Verico, addetto stampa del 6° Gruppo del Cnsas, che copre il Veneto e il
Trentino Alto Adige, “in Italia non è molto sviluppato, com’è ad esempio
in Francia. Quasi tutti svolgono questa attività in gruppi speleologici
organizzati; in Veneto ce ne sono trenta, dei quali otto in privincia di
Vicenza. Il nostro consiglio è quello di aderire a uno di questi gruppi
o almeno seguire dei corsi che vengono organizzati periodicamente”. Un numero
elevato di appassionati dunque, giustificato dall’alto numero di grotte
presente nel nostro territorio. “In Veneto” continua Verico, “ce ne sono
quasi settemila, delle quali la metà nel Vicentino. E molte di queste non
sono ancora state esplorate: ogni anno ne vengono censite dalle cento alle
duecento”. Ma visto che anche ad uno speleologo esperto può accadere di
avere un incidente in grotta, qual è la procedura da seguire in caso di
difficoltà? “Il Soccorso Alpino e Speleologico è convenzionato con il servizio
di emergenza sanitaria, quindi si può chiamare il 118. Ma è bene conoscere
anche i numeri telefonici utili che ogni anno pubblichiamo in un pieghevole
distribuito a tutti i gruppi speleologici”. Il Soccorso Alpino e Speleologico
conta in Veneto un centinaio di volontari che, soprattutto nell’ultimo decennio,
si sono attrezzati con mezzi molto moderni e ogni intervento viene effettuato
con la presenza di medici e infermieri, in modo da poter prestare eventuali
cure già sul posto, all’interno della grotta. Proprio com’è successo domenica:
un esempio di intervento perfettamente riuscito.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria

Il mondo sotterraneo sulla RAI

Come si formano le grotte e le concrezioni?
Entrare in grotta ha qualcosa di magico. Sembra quasi di affacciarsi a una finestra che dà su un altro mondo.
Sul sito della Rai

all’indirizzo http://www.raitre.rai.it/R3_popup_articolofoglia/0,6844,61^77,00.html c’e’ ancora il servizio che Ulisse ha dedicato al mondo sotterraneo lo scorso 20 aprile 2002, l’unica trasmissione per cui è valso pagare il canone lo scorso anno…

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Senza categoria