Come fotografare in grotta: lo racconta il National Geographic

Il National Geographic versione on line ha appena pubblicato un articolo suddiviso in 10 pagine, corredate da altrettante foto, che spiega al grande pubblico come si fanno fotografie in grotta, con commenti el bravo fotografo internazionale Robbie Shone, che è fotografo per il National Geographic.


Acqua e pietra. Grotta Su Palu. Sardegna. Foto: Silvia Arrica

Tra le 10 foto scelte tra la vasta galleria di Shone, anche una foto delle grotte laviche etnee, visibili qui:
http://www.nationalgeographic.it/wallpaper/2017/02/22/foto/come_fotografare_in_grotta-3432356/1/
L’articolo ovviamente è dedicato ai lettori del National Geographic, non ci troverete scritto che tipo di illuminatori usare, come posizionarli, come trasportare l’attrezzatura, come risolvere i problemi di condensa, umidità, polvere, fango.
Non dice neanche con quali tempi scattare ne quanti ISO impostare.
Un articolo che parla di grotte, comunque su una rivista prestigiosa, è uno spunto per il lettore a pensare che dopotutto ci sono anche le grotte, bellissime, misteriose, ammalianti.

Il passo successivo che facciamo con Scintilena: nessun fotografo si avventuri in grotte cercando di fare fotografie, piuttosto si avvicini alla speleologia attraverso un gruppo, un corso o qualche amico che è già speleologo.

In Italia abbiamo molti bravi fotografi del mondo ipogeo. Su facebook esistono due pagine in cui vengono pubblicati bei scatti di fotografi ipogei. Una pagina l’ho fatta io (Andrea Scatolini) curata insieme alla fotografa Silvia Arrica, l’altra l’ha fatta il fotografo Antonio Danieli

Fateci un salto e buona visione, non siamo il National Geographic ma ci proviamo:

Speleofotoitalia: https://www.facebook.com/grotteitaliane/

Speleofotoitaliatalia_SSI: https://www.facebook.com/groups/192691860779820/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Fotografia Speleo, Riviste On line

AAA Grotte di Toirano Lavoro per speleologi CERCASI DIRETTORE SCIENTIFICO

Toirano. Scadrà il prossimo 10 marzo il termine per la presentazione delle domande per partecipare alla selezione del nuovo direttore scientifico del complesso delle Grotte di Toirano.
Il bando, per titoli e colloquio, ha l’obiettivo di rintracciare un consulente esterno che ricopra per i prossimi due anni l’incarico di responsabile d’ambito scientifico del noto complesso speleologico toiranese.
L’incarico richiederà un impegno settimanale di 18 ore articolate su almeno cinque giornate e avrà un costo, per il Comune, non superiore ai 12 mila euro annui.

Il direttore scientifico avrà il compito di monitorare la corretta fruizione pubblica del complesso; garantire la pronta informazione in caso di criticità; collaborare nella organizzazione di eventi e alla valorizzazione scientifica del complesso, sviluppare iniziative di promozione scientifica e culturale in stretta collaborazione con il funzionario archeologo della Soprintendenza responsabile per le Grotte.

Possono partecipare al bando i cittadini italiani od europei che godono dei diritti civili, in possesso di una laurea e un dottorato di ricerca in scienze naturali o discipline affini (geologia, paleontologia e paletnologia) con specifico indirizzo archeologico e paleontologico; avere una buona conoscenza del complesso delle grotte di Toirano e del suo patrimonio naturalistico, paleontologico, ed archeologico; avere esperienza nell’organizzazione e nella collaborazione all’organizzazione di eventi scientifico educativi (mostre, convegni, conferenze) e nella didattica museale; essere autore di pubblicazioni scientifiche o didattiche riguardanti l’incarico; avere conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e di almeno una lingua straniera.
La domanda di ammissione alla prova pubblica dovrà essere indirizzata al Comune di Toirano direttamente all’ufficio protocollo comunale; mediante raccomandata con ricevuta di ritorno; via posta elettronica certificata.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Liguria, Turismo in Grotta

Batteri di 50mila anni fa di Naica, notizia vecchia fa buon brodo e cattiva informazione

Sta spopolando sul web una notizia, che microbi di 50 mila anni trovati incastrati nei cristalli di Naica possono essere “risvegliati” e ancora attivi.
L’ha (ri)pubblicata il National Geographic e tutti gli sono andati dietro, anche l’ANSA, Repubblica ecc.

I Giornalai vanno a nozze con le notizie bomba, come quando sulla copertina di PlayBoy ci andava una bella tettona.
La pornografia ce la immaginiamo su Playboy, se esiste ancora, chissà, ma non ci rendiamo conto di quanta pornografia la stampa italiana (e pure straniera stavolta) ci mette sotto gli occhi costantemente.

Tanto per farlo sapere agli speleologi, che di natura non sono superficiali e spesso vanno in profondità… Si conosce l’esistenza di queste forme di vita microcoscopiche da diversi anni, forse quasi 10, ma stavolta l’hanno detto nel posto buono, in America e l’ha detto la NASA invece che quattro speleologi con gli scarponi sporchi di fango, magari pure italiani.

Quindi la notizia bomba è che i batteri sono in grado di sopravvivere in condizioni estreme e per lunghissimo tempo (e sapevamo bene da tempo anche questo) il che implica che la vita potrebbe essere arrivata sulla Terra attraversando regioni credute fino a qualche decina di anni fa “inabitabili”, magari congelata nel nucleo di qualche cometa, ma sapevamo pure questo.

Quello che non abbiamo letto da nessuna parte (tranne che sul National Geographic, ome ci fa notare Tubolungo) inerente a questa notizia, è che la grotta di Naica e i suoi incredibili cristalli è tornata sott’acqua, glu glu glu, perchè la miniera che l’ha intercettata è diventata antieconomica e le pompe hanno smesso di funzionare già da più di un anno.

Naica è tornata sott’acqua, a temperature altissime, 600 metri sottoterra e sott’acqua.

Altre notizie vere su Naica, anche se vecchiotte: http://www.scintilena.com/?s=naica

Ciao ciao, beoni!

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Biospeleologia, Spedizioni all'Estero

W Le Donne – Autostrada del Sole

Faccio un resoconto della seconda squadra entrata venerdì mattina a W Le Donne (Grigna Settentrionale, LC), lasciando agli altri la parola se vogliono aggiungere dettagli soprattutto sulla prima squadra.
Eravamo Giorgio Pannuzzo (G.S.B. Le Nottole), Giuseppe Spitaleri alias Spit (G.S.Siracusano), Gianluca Selleri (G.S. Leccese ‘Ndronico), Alessandro Rinaldi alias Alex (S.C. C.A.I. Romano di Lombardia), Mirko Mangini (G.R.Carsiche) ed io (G.G. Milano). Siamo partiti venerdì mattina presto e nel primo pomeriggio siamo entrati in grotta. Continua a leggere W Le Donne – Autostrada del Sole →

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Dalle Regioni, Esplorazioni, Lombardia

Napoli Underground a gonfie vele: Due milioni di pagine viste in due anni

Il sito di Fulvio Salvi & C. dedicato in particolar modo all’attività di Speleologia in Cavità Artificiali, con uno sguardo ampio sulla speleologia internazionale oltre che sul patrimonio ipogeo e naturalistico dell’area campana, macina accessi a ritmo mostruoso, con 2 milioni di pagine viste in due anni, da quando ha effettuato un grosso restiling del sito, perchè in realtà Napoliunderground è vecchio praticamente quanto Scintilena e ormai da un’era internet sforna con passione e competenza notizie, articoli e pubblicazioni di tutto rispetto.
Reggere il ritmo dei social network che incalzano, sopravvivere ai “nuovi” facebook, twitter, instagram, ma già a suo tempo aver tenuto il passo di fronte a Youtube e ad altre piattaforme ormai scomparse, ma che rappresentavano l’eccellenza, come Supereva, Splinder, IOL, Digilander, Blogger, Clarence, è un’impegno mostruoso che richiede dedizione, passione, costanza e competenza e mantenere un altissimo numero di pagine viste è segno che quello che si fa di buono vale la pena farlo.

Vai vai NUG!

http://www.napoliunderground.org

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Io ci metto la faccia, WEB & Software

Hypogea nell’ esplorazione delle Cavità Arficiali di Anagni

Dopo la convenzione siglata a Novembre 2016, sono iniziate le esplorazioni del sottosuolo di Anagni da parte della Federazione Hypogea. L’obiettivo è quello di realizzare una mappatura dell’Anagni sotterranea per documentarla e valorizzarla anche a fini turistici. (così sta scritto su Ciociaria Oggi)

I primo sopralluoghi hanno riguardato le opere idrauliche sotterranee: cisterne, acquedotti, cunicoli di drenaggio.

Le esplorazioni sono partite dal condotto sotterraneo dell’acquedotto La Sala.

- See more at: http://www.ciociariaoggi.it/news/cronaca/50051/la-citta-sotterranea-iniziate-le-esplorazioni-del-sottosuolo-della-federazione-dei-gruppi-speleologici-hypogea#sthash.cdQpyQAv.dpuf

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Archeologia, Lazio, Speleologia urbana

Progetto Sebino: video completo ultimi aggiornamenti

https://progettosebino.wordpress.com/

Bueno Fonteno - Gallerie freatiche - Foto N. Belotti

Bueno Fonteno - Gallerie freatiche - Foto N. Belotti


Ciao a tutti,

qua sotto il link per vedere l’ultimo video, presentato al Raduno Regionale FSLO, con gli aggiornamenti esplorativi dell’ultimo anno.

https://www.youtube.com/watch?v=VdcHlYhmRbo

Buona visione

Max Pozzo
Progetto Sebino

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Altre Notizie, Esplorazioni, Esplorazioni e Scoperte, Lombardia, Speleologia Subacquea

Dai fiumi sotterranei di Seram alle radici del Campo dei Fiori: SERATA UNDERGROUND A VARESE

23 febbraio 2017

SERATA UNDERGROUND A VARESE a cura del Gruppo Speleologico Cai Varese:
dai fiumi sotterranei di Seram alle radici del Campo dei Fiori.
Giovedì 23 febbraio 2017 sala Montanari ore 21.15. Entrata libera.
Seram

Serata di eccezione il 23 febbraio 2017 alle ore 21.15 presso la Sala Montanari In via dei Bersaglieri 1, gentilmente concessa dal Comune di Varese ed organizzata dal Gruppo Speleologico CAI Varese.

Andrea Benassi presenterà i risultati della fortunata spedizione svoltasi nell’estate 2016 nell’isola di Seram, Nuova Guinea, Indonesia. Immagini favolose per raccontare la discesa della Goa Atu Saka, la grotta più profonda d’Indonesia, 3,5 chilometri di esplorazione dei trafori idrogeologici del fiume Hanoe, e l’inizio delle esplorazioni del percorso sotterraneo del Fiume Aouk, uno dei più grossi del pianeta.
Il fiume si inabissa nel sottosuolo in un luogo identificato con con foto satellitari e raggiunto per la prima volta dal gruppo di esploratori provenienti da varie parti d’Italia. Le prime esplorazioni hanno permesso di percorrere il primo chilometro e mezzo circa di gallerie gigantesche, attraversate da una massa d’acqua di 60 mc al secondo.

A seguire verranno presentati gli aggiornamenti delle esplorazioni in corso della Grotta dei Mattarelli, nel Campo dei Fiori.
Sono stati finora esplorati piu di 4 chilometri e mezzo di gallerie, spesso percorse da torrenti sotterranei, fino alla profondità di 415 metri. Verrà presentata la rappresentazione 3D del sistema carsico, un nuovo modo per visualizzarne le geometrie nel percorso verso le sorgenti alla base del nostro massiccio montuoso.

Al termine della serata verra’ presentato il 34mo corso di introduzione alle speleologia, organizzato dal Gruppo Speleologico CAI Varese, con il patrocinio del Parco del Campo dei Fiori.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Lombardia, Spedizioni all'Estero

Corso SSI II Livello “Rilievo topografico con supporti digitali” a Vicenza

Il Club Speleologico Proteo di Vicenza organizza per i giorni 18 e 19 marzo 2017 un Corso di 2° livello CNSS-SSI “Rilievo topografico con supporti digitali”. Il corso si terrà a Montecchio Maggiore (a poca distanza da Vicenza).

Relatori: Francesco Sauro, Marco Corvi e Tommaso Santagata.

FINALITÀ
Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono conoscere o perfezionare le nuove tecniche di realizzazione di un rilievo ipogeo attraverso nuovi supporti digitali, DistoX, palmare, tablet Android con l’uso di programmi di elaborazione dati per disegno, Therion. Durante il corso verrà affrontato il rilievo 3D con metodo fotogrammetrico, droni e laser scanner.
Il corso è valido come aggiornamento per tutti i titolati della Scuola Nazionale di Speleologia (CNSS-SS).

PROGRAMMA

Sabato 18 Marzo 2017
9.00 Registrazione dei partecipanti
9.20 Presentazione del corso
9.30 Il DistoX e il CaveSniper (funzionamento base, configurazione e calibrazione).
12.00 Acquisizione dati con Topodroid, disegno degli schizzi e importazione dati. Prima parte.
13.00 Pausa pranzo
14.00 Acquisizione dati con Topodroid, disegno degli schizzi e importazione dati. Seconda parte.
18.00 Rilievo 3D con metodo fotogrammetrico, droni e laser scanner con presentazione di casi di studio. Prima parte.
21.00 Cena

Domenica 19 Marzo 2017
9.00 Prova pratica di rilievo in grotta.
13.00 Pausa pranzo
14.00 Rilievo 3D: droni e laser scanner con presentazione di casi di studio.
16.00 Discussione sulle problematiche riscontrate
18.00 Chiusura corso e consegna attestati

Gli allievi dovranno essere muniti di:
- attrezzatura personale di progressione
- notebook con installato il programma Therion (reperibile gratuitamente in rete)
- smartphone o tablet con sistema operativo Android e applicazione Topodroid installata
- DistoX o Cave Sniper (se disponibile)
- macchina fotografica (possibilmente reflex)
- si consiglia una pregressa esperienza di base sul rilievo ipogeo

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Il costo è fissato in € 120,00 e comprende la partecipazione al corso, l’alloggio presso la casa parrocchiale Madonna dell’ascolto di Montecchio Maggiore (VI) e il vitto (pranzo e cena del sabato, colazione e pranzo di domenica).

Per motivi logistici il corso è limitato ad un numero massimo di 15 partecipanti.

ISCRIZIONE
La quota di partecipazione dovrà essere versata entro il 5 Marzo 2017
alla segreteria del corso con bonifico bancario avente i seguenti dati:
Intestatario: Club Speleologico Proteo Vicenza
Banca: Banca del Centro Veneto Credito Cooperativo S.C. Longare Filiale Arcugnano
IBAN: IT39 K0859088330000011000722
Causale: Corso di rilievo topografico con supporti digitali – Cognome e Nome

L’iscrizione dovrà essere effettuata entro il 5 Marzo 2017 inviando all’indirizzo e-mail info@lucadalmolin.com la seguente documentazione:
- scheda d’iscrizione (presente in questo volantino);
- copia della ricevuta del versamento della quota di partecipazione al corso

LOGISTICA
Il corso avrà come sede la casa parrocchiale Madonna dell’ascolto di Montecchio Maggiore (VI), località SS. Trinità, via Covolo Basso, 8 (Coordinate Google Maps: 45.531339, 11.400265). Il pernottamento avverrà con sistemazione in cameroni su brande (fornirsi di sacco a pelo).

La Direzione del Corso si riserva di apportare modifiche al programma in base alle esigenze organizzative

Informazioni:
Club Speleologico Proteo – Vicenza
Dal Molin Luca: cell. 3920556636
e-mail: info@lucadalmolin.com
https://sites.google.com/site/clubspeleologicoproteo/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Corsi Speleo, SSI NEWS, Veneto

Speleologia in Francia

Federazione Francese di Speleologia

http://ffspeleo.fr/
http://www.scintilena.com/mashup/?author=30

Comité Spéléologique d’Ile-de-France
http://www.cosif.fr/
http://www.cosif.fr/feed/

Ligue Spéléologique de Bourgogne

Comité Spéléologique Régional Rhône-Alpes
http://www.csr-rhonealpes.fr/

LIgue de spéléologie Provence Alpes Méditérranée

Comité Spéléologique Régional Languedoc-Roussillon

Comité de Spéléologie Régional Midi-Pyrénées
http://csr-f.ffspeleo.fr/

Comité Spéléologique Régional Aquitaine

Comité Spéléologique Régional Bretagne / Pays de la Loire
http://speleobretagneploire.free.fr
http://speleobretagneploire.free.fr/spip.php?page=backend

Comité régional de spéléologie de Normandie
http://speleonormandie.free.fr/index01.html

Comité Spéléologique Régional de Champagne – Ardenne

Ligue spéléologique lorraine
http://csr-l.ffspeleo.fr/

Comité Spéléologique Régional d’Auvergne

Comité Spéléologique Régional du Centre

Ligue Spéléologique de Franche-Comté

Comité Spéléologique Régional R”"

Comité spéléologique régional de Poitou-Charentes

Comité régional de spéléologie de la Côte-d’Azur
http://csrca.free.fr/

Ligue Réunionnaise de Spéléologie et de Canyoning
http://www.lrc-ffs.fr/
http://www.lrc-ffs.fr/?feed=rss2

Ligue spéléologique Flandres Artois

Comité Spéléologique Régional de Picardie

Ligue Insulaire Spéléologique Corse
http://liscc.ffspeleo.fr/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Links, Notizie dall'estero, WEB & Software