In Marocco nella città di Chefchauen, un bambino di 5 anni è intrappolato a 30 metri di profondità in un pozzo da più di 40 ore.

Ci sono anche le immagini di questo bambino rannicchiato al buio, è vivo.
Squadre di tecnici al lavoro, tutti impegnati per salvarlo, all’opera da 40 ore, Stanno scavando più in basso sul fianco della montagna per cercare di raggiungere il bambino.
Intanto sono passate più di 40 ore. Le autorità hanno dichiarato che faranno di tutto per salvarlo. Subito per gli italiani vengono in mente ricordi, un calcio sullo stomaco che si chiama Vermicino.
Speriamo bene.
In Thailandia abbiamo visto che i miracoli possono accadere anche senza l’intervento divino. Speriamo.
Fonte: Aljazeera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.