Il Campo estivo 2014 sui Monti Alburni si è concluso, ed è doveroso un ringraziamento alla logistica curata dal Gruppo Spelologico Martinese e Gruppo Speleologico Marchigiano, in compagnia del Gruppo Speleologico Montorfano (Brescia), Gruppo Grotte CAI SAT E. Roner Rovereto e Gruppo Speleo Alpinistico Vallo di Diano
Oltre all’attività esplorativa portata avanti dai Martinesi all’interno della Grotta di Frà Gentile per cercare di superare la frana al fondo, svolgendo un lavoro ciclopico che li ha impegnati costantemente per tutta la durante del campo.
I Marchigiani hanno continuato l’esplorazione di una risalita nella Grava del Serrone aggiungendo altri 140 m di sviluppo al rilievo esistente, arrestandosi inesorabilmente davanti ad un passaggio impraticabile.
Il miglior risultato esplorativo aereo di questo campo è dato sicuramente dalla scoperta della prosecuzione al fondo nella Grava delle ossa (Cp 487), che ci ha portato purtroppo davanti ad un passaggio basso semiallagato di una lunghezza di circa 5 metri, dalla quale proviene una fortissima corrente d’aria, e visto che ormai la distanza dal collettore non è molta, la direzione e la posizione sono quelle giuste, la speranza è quella di raggiungerlo a valle della frana che ne blocca il passaggio all’interno dell’inghiottitoio terzo dei Piani di S. Maria (Cp 472).

Un altro resoconto del campo lo si trova quà:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.