Barcollo ma non crollo, come scrissero gli speleologi nella maglietta a qualche raduno, dove il Croll stava in bella mostra a posto della parola “crollo”, tipo rebus.
Quando ho annunciato l’apertura di Scintilena a molti altri publisher c’è stato un momento di sbandamento tra i miei “aficionados”: “Non mollare! Finalmente ti riposi! Non lasciare la Scintilena!” e altre esortazioni mi sono arrivate da alcuni amici più vicini.
Come si può vedere, non è che ho mollato, anzi: inserire 120 publisher, creare i loro account, dargli una password, mandargli una mail, rassicurarli che non devono preoccuparsi più di tanto, non è che questo significa tirare i remi in barca.
Poi basta guardare i post, ontinuo a scrivere, quando ho tempo, se posso prima possibile, ma così non ho più, grazie all’aiuto di tutti quelli che stanno pubblicando, l’assillo di inserire una notizia prima che “scada”. Posso godermi anch’io adesso la piacevole sorpresa di leggere una novità su Scintilena.
Sono molto felice, perchè la cosa sta funzionando, perchè molti hanno già pubblicato le loro notizie, confido che lo faranno anche gli altri, e soprattutto lo stanno facendo in completa autonomia, con pochissimi errori di compilazione degli articoli che non mi costringono a verificare e correggere.
Direi che l’esperimento non è già più esperimento, è già operativo e funzionante, mancano ancora una quarantina di persone a cui nei prossimi giorni arriveranno inviti a pubblicare, ma siamo un bel pezzo avanti.
E andiamo! Grazie a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.