Le associazioni “Tutela Pipistrelli”, ENPA e LAV hanno inviato una lettera al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, chiedendo di intervenire pubblicamente a difesa dei chirotteri dopo le numerose inesattezze e fake news diffuse dai media, che rischiano di mettere a serio rischio l’incolumità di questi animali a causa di comportamenti scorretti dei cittadini meno informati.

“A seguito delle diffusione di notizie false o quantomeno inesatte, che descrivono i pipistrelli come untori e specie pericolosa per il diffondersi del Covid-19, riceviamo molte segnalazioni di cittadini preoccupati, ma non solo” – commentano le associazioni. “Ci risulta addirittura che alcune persone abbiano chiamano ditte di disinfestazione per eliminare i pipistrelli, pratica assolutamente illegale.”.

“Abbiamo quindi chiesto al Ministro Costa in quanto “custode” del patrimonio di biodiversità del nostro Paese, un intervento pubblico, invitandolo a diffondere il corretto messaggio che i pipistrelli italiani, formidabili mangiatori di zanzare e di altri insetti, non rappresentano un rischio sanitario per le persone e che devono essere difesi non solo perché particolarmente protetti, ma per l’importante ruolo biologico che svolgono in natura, necessario anche alla nostra esistenza. Ci auguriamo” – concludono le associazioni – che il Ministro voglia accogliere questa nostra richiesta, e che si possa finalmente fare chiarezza”.

Fonte:
LAV – Lega Anti Vivisezione
ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali
Per Info:
Tutela Pipistrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.