Notizia di Leonardo Zaccaro
Esercitazione del soccorso in Calabria
Si volgerà dal 20 al 22 luglio una esercitazione interregionale di soccorso speleologico nella grotta Abisso del Bifurto, che ricade nel territorio comunale di Cerchiara di Calabria (CS). All’esercitazione prenderanno parte Volontari speleologi della Calabria, della Puglia, della Sicilia e della Campania del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). La simulazione prevede il recupero di un infortunato dalla quota di 500 metri nella grotta piu profonda della Calabria. Collaboreranno anche gruppi di Protezione Civile Regionale coordinati dal Soccorso Alpino e Speleologico della Calabria (SASC) del CNSAS : il FIR CB GERV CB Club Jonico Villapiana (CS), la Misericordia di Trebisacce (CS) e Isola C. Rizzato (KR), PROCIV-OIKOS di Mendicino (CS). Fondamentale sostegno è stato fornito dalle amministrazioni locali e in particolare il Comune di Cerchiara di Calabria e la Comunità Montana Alto Jonio Cosentino già da anni sostengono le attività del CNSAS e in questa occasione hanno nuovamente dimostrato interesse per un servizio che possa rendere il territorio del Parco Nazionale del Pollino piu’ sicuro e appetibile per il turismo montano. Questa esercitazione infatti rappresenta solo la dimostrazione di ciò che i Volontari del CNSAS-SASC fanno quotidianamente, nell’intervenire per soccorrere infortunati e dispersi nelle Gole del Raganello, nelle fitte e affascinanti forre dell’Orsomarso, sugli incontaminati altipiani del Pollino.
L’attività dei Volontari non si ferma qui; proprio in virtu’ dell’elevato grado di specializzazione, il CNSAS organizza per i propri Volontari corsi di specializzazione e di allenamenti, esercitazioni su chilometri di grotte e sentieri innevati e ghiacciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.