Francia, Portato in ospedale in elicottero lo speleologo 21enne ritrovato ferito ieri alla Gouffre Berger, secondo la prefettura sono intervenuti circa 200 volontari. Un pompiere ha riportato lievi ferite durante le operazioni di soccorso.

Elicottero dei soccorsi e tecnici
Una delle fasi del soccorso alla Gouffre Berger

Francia, lo speleologo 21enne soccorso alla Gouffre Berger è stato portato in elicottero all’ospedale di Grenoble per una distorsione alla caviglia.
Le operazioni di soccorso sono state abbastanza complesse, con una prima fase di ricerca durata per tutto il giovedì.
Si erano perse notizie del giovane martedì pomeriggio, quando era stato visto per l’ultima volta a -550 metri di profondità da alcuni speleologi.
Le squadre di ricerca impegnate in questa grotta molto grande lo hanno ritrovato solo giovedì pomeriggio a -650 metri di profondità con un problema ad una caviglia.
L’infortunato è salito autonomamente per 400 metri, aiutato dai soccorritori, per poi essere posto su una barella ad una profondità di -260 metri.
E’ stato riportato in superficie dopo 37 ore dall’inizio dell’intervento.

Per far risalire il ferito fino all’uscita sono state impiegate in tutto circa 200 persone, tra consulenti tecnici del prefetto, 155 speleologi e organismi professionali di soccorso francesi (SDIS di Isère, Savoia e Ardèche e unità di soccorso alpino, medico e infermiere UAS), 22 vigili del fuoco dell’Isère sul posto di comando e personale di supporto, e altre venti persone sono state impiegate nelle varie strutture di protezione civile, gendarmi e agenti della prefettura.
Durante le operazioni di soccorso un vigile del fuoco è caduto riportando lievi ferite ad un polso.

In questi giorni si sta svolgendo nella zona l’incontro di speleologia “Berger 2019″ che vede la partecipazione di circa 200 speleologi impegnati anche nelle escursioni alla famosa Gouffre Berger.
Proprio durante una di queste escursioni si è verificato l’incidente.
Gli organizzatori hanno sospeso la discesa nella grotta per i prossimi tre giorni: venerdì, per consentire in completamento delle operazioni di soccorso, e sabato e domenica, a causa delle forti piogge attese nell’area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.