Uno speleologo pugliese è stato vittima di un incidente mortale ieri pomeriggio alla Grotta del Falco sui Monti Alburni in provincia di Salerno.
Il comunicato ufficiale del CNSAS dice che la vittima è un tecnico del CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO precipitato in un pozzo a 40 metri di profondità.

Il comunicato ufficiale:

http://www.soccorsospeleo.it/?area%20stampa+news+intervento-di-soccorso-alla-grotta-del-falco

Non avendo ulteriori notizie da fonti certe, la notizia rimane questa.
Dai giornali online di Salerno, da Il Mattino di Napoli e da altre voci, possiamo dire che all’uscita partecipavano una decina di speleologi, forse più, e che sembra che la caduta sia dovuta alla corda.
La grotta presenta all’ingresso dei punti stretti, è plausibile pensare che sarà necessario allargarli per far passare la barella con la salma.
L’incidente a -40 non dovrebbe essere lontano dall’ingresso, attendiamo ulteriori notizie in giornata.

Un abbraccio agli amici speleo pugliesi, ai volontari del CNSAS e ai familiari da La Scintilena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.