Meteo sotto controllo, il ferito sta bene, si procede per far iniziare il recupero.

Traduzione di Leda Monza dal comunicato del Soccorso Tedesco pubblicato sul sito www.chiemgau24.de

Da mercoledì sera i medici hanno raggiunto il ferito e stanno monitorando le sue condizioni. Durante la notte è stato appurato che l’infortunato è trasportabile e che quindi le operazioni di recupero possono avere inizio. Le sei squadre impegnate nel recupero non sono comunque in grado di preventivare in quanto tempo riusciranno riportarlo all’esterno.
Le condizioni sia psichiche sia fisiche del paziente sono stabili, come riferisce il dottor Petermeyer che supporta le squadre dall’esterno, e non sussiste alcun pericolo di ipotermia.
Giovedì mattina delle squadre internazionali hanno portato medicamenti e vario materiale necessario al recupero. I medici hanno medicalizzato e stabilizzato il ferito. Conclusasi questa operazione la fase di recupero potrà avere inizio.
Trattandosi di una cavità dalle condizioni estreme (ambienti molto angusti e grandi verticali), si tratterà di una imponente operazione logistica nonostante i mezzi di soccorso tecnici e all’avanguardia. Si è optato per una struttura di trasporto del ferito (barella) flessibile in modo da poterla fare transitare anche nei passaggi più stretti. Non è esclusa comunque la possibilità di dovere sbarellare il ferito in alcuni tratti particolarmente angusti. Fortunatamente, a detta dei medici, i soccorritori possono contare sulla collaborazione attiva del ferito in questi punti.
Grazie al lavoro svolto dalle squadre italiane e austriache, le operazioni di trasporto delle altre squadre dovrebbero risultare agevolate. Sono stati già predisposti gli armi di recupero, posizionate le corde e installati dei sostegni per facilitare il transito in punti particolarmente scivolosi. Le aree di bivacco sono state ingrandite per potere ospitare delle squadre anche numerose.
Anche le previsioni meteorologiche vengono tenute costantemente sotto controllo. Sono previsti rovesci in serata che se resteranno locali non dovrebbero compromettere le operazioni si recupero. I responsabili precisano che comunque anche in caso di forti piogge non sussiste und pericolo estremo per i soccorritori e per il ferito.

NdR: In serata è previsto un comunicato ufficiale del CNSAS che potrebbe darci importanti novità, forse tra qualche ora.
Per dare la possibilità a chi legge di valutare l’attendibilità delle notizie che pubblichiamo, all’inizio di ogni articolo citiamo fonte e eventuali passaggi, traduzioni e ufficialità di quello che è scritto nell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.