Notizia di Leo Fancello

Finalmente, dopo anni di tentativi infruttuosi, le insistenze della Scuola Nazionale Speleosub SSI per creare una struttura didattica presso la sorgente di Su Gologone, hanno trovato accoglienza grazie a due amministratori lungimiranti e disponibili, il Sindaco di Oliena Dott. Capelli e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura e Sport, Prof. Mazzella.

Venerdì scorso il consigliere nazionale Francesco Murgia, in rappresentanza della SSI e del Presidente Angelo Naseddu in qualità di presidente FSS, oltre alle società che gestiscono i siti di Su Gologone (Soc. Le Fonti) e quello di Lanaitto/Sa Oche (soc. Gestur), hanno firmato il protocollo di intesa per l’istituzione del Centro Nazionale Speleosubacqueo SSI.

Il Centro è unico in Europa ed è in grado di fornire una logistica adeguata e completa; la sua istituzione comporterà finalmente il riavvio dell’attività speleosub della SSI, con corsi UIS-SSI a tutti i livelli, stage di specializzazione e perfezionamento, training e retraining per speleosub, aiuto istruttori e istruttori, incontri con la subacquea ricreativa.

Non è inutile rimarcare come questa struttura possa essere in grado di donare grande visibilità alla speleologia subacquea italiana SSI nei confronti del cosiddetto mondo esterno, soprattutto nei confronti della subacquea tecnica e ricreativa, dove si fa largamente uso di strumenti, tecniche ed attrezzature messe a punto dagli speleosub.

Già per la prossima primavera si sta organizzando un grande evento nazionale che potrà diventare un appuntamento fisso per diffondere la nostra didattica presso la subacquea ricreativa.

La Federazione Speleologica Sarda, avrà qui la sua grande vetrina per diffondere le sue ricerche scientifiche, le grandi esplorazioni e la divulgazione didattica.

Le attività svolte presso la Risorgenza di Su Gologone saranno:
1. corsi di speleologia subacquea basici, di primo e secondo grado, di specialità, e di istruttore;
2. corsi speleosubacquei ANIS-SSI rivolti alla subacquea ricreativa in acque libere;
3. addestramento sulle nuove tecniche speleosubacquee;
4. collaudo e prova di nuovi materiali ed attrezzature;
5. sessioni di allenamento per il mantenimento dell’operatività.
6. Stage di formazione ed informazione speleosub ai subacquei di acque libere

Le attività svolte presso la Grotta di Sa Oche saranno:
1. corsi di speleologia subacquea di primo e secondo grado, di specialità, e di istruttore;
2. addestramento sulle nuove tecniche speleosubacquee;
3. collaudo e prova di nuovi materiali ed attrezzature;
4. sessioni di allenamento per il mantenimento dell’operatività.

Il Direttore Nazionale della Scuola Speleosub SSI
Leo Fancello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.