Non si tratta di una mostra di fotografia speleologica anche se ci sono anche un paio di grotte, ma volevamo comunque segnalare la mostra fotografica POINT OF VIEW / PERSISTENCE OF VISION Fotografie di Natalino Russo.

Milano. Dal 29 aprile al 31 maggio 2016, presso lo storico Palazzo Saporiti, sede della Banca Galileo, in mostra le fotografie di Natalino Russo.

LA MOSTRA

Lo sguardo del fotografo è un punto di vista: pesca istanti dal flusso del tempo. Li estrae dal loro scorrere ininterrotto. Li trasforma in esperienze solide, come succede alla lava dello Stromboli quando cola nel mare. Dalla fotocamera escono tracce stratificate, battiti d’ali, impronte allineate come quelle degli ominidi agli albori del tempo. Il punto di vista del fotografo genera visioni persistenti.
La mostra presenta immagini di luoghi iconici, dal punto di vista personale dell’autore. Un monaco ortodosso in cima al sacro monte Athos mentre al tramonto l’ombra della vetta si allunga sul mar Egeo. Un’altra ombra, quella del monte Teide a Tenerife, che all’alba forma un’immensa piramide sull’oceano Atlantico. È un luogo effimero, l’isola non trovata di Gozzano e di Guccini.

Natalino Russo ha volato in mongolfiera tra le nuvole delle Alpi, in elicottero sui tepui del Venezuela per fotografare la cascata più alta del mondo. Ha attraversato la Norvegia fino alle isole Lofoten. A cavallo ha viaggiato nei deserti della Bassa California in cerca di pitture rupestri. In una grotta delle Filippine ha ripreso il fossile di un lamantino vissuto milioni di anni fa e che ora l’erosione sta facendo affiorare dalla roccia.

Le stampe sono realizzate su carta Hahnemühle Photo Rag Baryta. Le opere hanno una tiratura di dieci copie, garantite da certificato Hahnemühle con ologramma e firma dell’autore.

L’AUTORE

Natalino Russo, 1972. Inizia a fotografare da bambino con una vecchia Bencini Comet II. Si laurea in scienze naturali e nel frattempo viaggia, scrive e fotografa. Da vent’anni collabora con riviste e case editrici, tra cui Touring Club, PleinAir, Dove. Ha pubblicato un centinaio di reportage e alcuni libri, è membro del gruppo di esplorazioni geografiche La Venta. E’ speleologo esploratore e divulgatore. Le sue fotografie sono state esposte in Italia e all’estero.

Palazzo Saporiti, Banca Galileo
Corso Venezia 40, Milano
Metro 1, Palestro

Dal 29 aprile al 31 maggio 2016
Orari: dal lunedì al venerdì
8.30-13.30 / 15.00-18.00
INGRESSO LIBERO Per informazioni sulla mostra:
tel. 027788731
info@bancagalileo.it

Per contattare l’autore:
www.natalinorusso.it
https://www.facebook.com/Natalino-Russo-photographs-and-stories-44606591185/
natalino.russo@gmail.com
tel. 3286150482

potrebbe interessarti anche:
[catlist currenttags=”yes”]
[catlist categorypage=”yes”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.