notizia del GGP TERNI

E’ ancora la grotta di Cittareale, nella provincia di Rieti, a tornare alla ribalta del panorama esplorativo del centro Italia. Durante l’estate speleologi del Gruppo Grotte Pipistrelli CAI Terni hanno concluso una risalita di una cinquantina di metri di un grande camino nella via del “vecchio fondo”, attualmente fermo a -180. E’ stato così intercettata, quasi in sommità, un’articolata diramazione lungo un ramo discendente impostato su una grande frattura: una sequenza di pozzi battuti da notevole scorrimento idrico anche nel periodo di maggiore siccità. La nuova via ha presto superato il livello del vecchio fondo e nella discesa di un grande salto è stato riconosciuto l’ambiente dove già in precedenza speleologi del anconetani stavano risalendo su fratture e camini partendo da diramazioni secondarie del “nuovo fondo”, raggiunto già nei primi anni 90 dagli stessi Pipistrelli ternani a quota -450. Questa giunzione ha quindi parzialmente risolto importanti nodi esplorativi sulle principali direttrici verticali di Cittareale, consentendo peraltro una magnifica ed impegnativa traversata. Restano ora da verificare i molti finestroni che occhieggiano promettenti lungo questa nuova via al fondo, … e la storia continua.
Carlo Gatti (GGP CAI Terni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.