Le grotte come indicatori climatici per il global change – Rapporti tra clima esterno e microclima interno delle grotte

Tra il 2017 e il 2018, alcuni membri del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Torino hanno lavorato al progetto di ricerca “Le grotte come indicatori climatici per il global change – Rapporti tra clima esterno e microclima interno delle grotte”.
Nei giorni scorsi è stato pubblicato il libro che raccoglie i risultati della ricerca per quanto attiene il Finalese ligure:

“Le stagioni delle grotte: il microclima delle grotte del Finalese ligure” Di Michele Motta & Luigi Motta
Le stagioni delle grotte

Le grotte sono fredde o calde, umide o asciutte? Dentro le grotte il clima è immutabile o segue le stagioni? Come risponde la grotta alle variazioni climatiche esterne? Tutte donne a cui questo libro cerca di rispondere, analizzando i dati di una campagna di ricerca nelle grotte del Finalese, una delle più importanti aree speleologiche liguri.

Nel saggio é descritto il metodo di studio del microclima ipogeo, la distribuzione di temperatura e umidità nelle stagioni e la dinamica termica dei principali tipi di grotte dell’area. Gli ambienti descritti sono ben rappresentativi dei sistemi ipogei poco profondi sviluppati in calcari massicci a stratificazione suborizzontale, tipici dei depositi di età miocenica dell’area circummediterranea.

Il libro è disponibile su Lulu.com

Per richieste di maggiori informazioni scrivere a michele.motta@unito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.