Sembra una farsa o forse è solo un grave distrazione ma pare che chi si stia proponendo come fautore di un disegno di legge a favore della speleologia in Puglia ignori che la legge Regionale in questa regione c’è già e venga largamente rispettata nonché perseguita con progetti ed azioni locali che ormai sono attivi da anni: vedi ad esempio il Catasto delle Grotte e delle Cavità Artificiali che è uno dei più aggiornati e all’avanguardia in Italia.
Di cosa ci si stupisce ? Di una notizia apparsa su paio di blog che parla di un incontro che si terrà domani in Regione Puglia che inneggia alla proposta di legge i cui primi firmatari sono Gianni Liviano, Sabino Zinni, Mario Pendinelli e Mauro Vizzino di Emiliano Sindaco di Puglia, Ruggero Mennea e Filippo Caracciolo del Partito democratico, Cosimo Borraccino di Noi a Sinistra, Renato Perrini e Francesco Ventola dei Conservatori e Riformisti, Francesca Franzoso di Forza Italia, Grazia Di Bari del Movimento 5 Stelle.

Probabilmente queste persone non sono al corrente della attuale Legge Regionale 33/2009 e neppure del recentissimo progetto dei geositi a cura di esperti del settore geologico.

Ci auguriamo che sia una bufala o quanto meno che la notizia che compare su questo blog e della quale non si hanno al momento riscontri sul sito della Regione, sia una cattiva interpretazione di altro.
Se così non fosse è grave che si pensi anche solo di proporre una legge sulla tutela di qualcosa della quale non vengano consultati in primis i diretti interessati: speleologi, referenti dei parchi, enti di ricerca del territorio.

Attendiamo aggiornamenti!

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.