Essere on line ormai da tanti anni con notiziario impone disponibilità al cambiamento e all’apertura a nuovi modelli, nuove piattaforme, nuove opportunità, perchè nel web chi si ferma è perduto, nasce vecchio chi non sa aggiornarsi.
Parlare ancora oggi di blog, mentre tutti intorno i blog tradizionali chiudono, è davvero difficile e impegnativo. Stanno chiudendo siti di gruppi speleo che affidano tutto a facebook (niente di più sbagliato), chiudono i siti di informazione speleologica all’estero appena aperti un paio di anni fa con buone possibilità.

Noi siamo ancora qua, a raccontare di speleologia in un mondo che cambia, lo facciamo con un blog dal 2 Febbraio 2003, e dal 2003 di cose ne sono cambiate veramente tante in internet. Non c’era you tube, non c’era facebook, non c’era flickr… ma che cavolo facevamo su internet?

Andiamo dietro al cambiamento se vogliamo restare a galla e continuare a raccontare di speleologia, di grotte e di speleologi, e allora saltiamo sulla nuova moda emergente, anche se su twitter ci siamo da parecchi anni, però vogliamo rilanciare.

Rilanciamo perchè oggi abbiamo superato i 600 follower, cioè 600 persone che ricevono notizie senza collegarsi su Scintilena, semplicemente seguendo il proprio flusso di autori preferiti su twitter.

600 utenti twitter che ricevono gli aggiornamenti sul cellulare, solo il titolo, un twitt appunto, nient’altro.

Se avete twitter, se lo usate, potete aggiungere anche https://twitter.com/Scintilena tra i vostri following, forse non lo sapevate, chissà…

Una opportunità in più per essere parte di un modo di vivere, di muoversi, di agire, di essere attivi sul territorio e nella vita. Cosa sarebbe la mia vita senza le grotte, bho…

[catlist categorypage=”yes”]
[catlist currenttags=”yes”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.