Il documentario di Antonio Cosentino sulle esplorazioni speleo in Cambogia e il suo successo nei festival internazionali. Abbiamo chiesto a Toni qual’é il segreto del successo

Shadows of Cambodia è un progetto documentaristico, nato da una serie di spedizioni del Gruppo Grotte Cai Tolmezzo  nel 2016.

Diretto e prodotto da Antonio Cosentino è stato trasmesso da Rai Friuli Venezia  Giulia nell’estate del 2021 nella rubrica EST OVEST, e da qualche anno gira nel circuito mondiale dei festival Cinematografici proposti sulla piattaforma FilmFreeway, collezionando premi e ottimi piazzamenti.

Il primo festival vinto é stato ad Hollywood nel 2018, poi vittorie a Tokio e Istanbul in questo mese di Luglio, ma anche ottimi piazzamenti, Mosca, in Cambogia, Londra.

Tony Cosentino é un vecchio amico, conosciuto davanti ad una tanica di vino da 10 litri al Vallechiara di Levigliani, organizzammo insieme ad altri amici i primi tre ‘Speleofotocontest’ , quindici anni fa. Recentemente sono stato il suo testimone di nozze. Per me é difficile rimanere distaccato emotivamente, ma da così vicino é difficile vedere tutta la statura di Antonio, uno che per me é ‘uno di casa

Allora ho chiesto ad Antonio Cosentino come fa.

Toni, mi racconti qualcosa di questi concorsi internazionali vinti?

‘Il documentario stà girando ancora per Festival, e lo farà fin tanto che mi chiederanno di partecipare, (e finché avrò soldi).’

C’è un segreto in questo documentario?

‘Continuo a insistere che la chiave di lettura per promuovere lavori  per il mondo speleologico è il tema del viaggio, che deve essere miscelato con criterio,  alla  ricerca e alla scoperta scientifica, ma ripeto  con criterio. Lo dico lo ripeto e ne vado fiero, perché questa scelta si è rivelata vincente nel panorama mondiale, e perché viene riconosciuto uno standard professionale alto, in un mondo in cui tutti vogliono improvvisarsi registi con poca fatica.’

Ma tecnicamente cosa ha di particolare che altri non hanno?

‘Questo prodotto è stato girato in 4k in modalità cinema, e vanta l’uso di un over Voice professionale, con due nomi di successo come Andrea De Nisco, per la versione italiana e Christopher Blake per la versione Inglese. Tutto questo ha un costo non irrisorio.’

E i soldi per tutto questo?

‘Per produrre Shadows of Cambodia ho investito circa 11mila Euro, di cui 7 mila in attrezzatura nuova.

 I restanti 4 mila euro sono andati per i diritti musicali e le voci narranti e la grafica fatta da un professionista che oggi lavora in PIXAR. Il tutto è stato autofinanziato da me.

Si, ma tu sei un professionista..

Ci sono voluti 7 mesi  per montare il progetto e creare le  varie versioni, che includono quelle per il web, per la tv, e  per i festival. Mi arrabbio molto quando  sento persone che mi dicono che sono un professionista  e che  questo è il mio lavoro. Sbagliato!

Si, il lavoro che svolgo quando giro documentari è professionale al 100%, e sono un professionista nel farlo, ma il professionista, quello vero, vive di quello che realizza. Io no. C’è una sottile ma sostanziale differenza.

Ho lavorato nel settore delle produzioni televisive come producer, operatore,  filmmaker, facendo  anche lavori di un certo prestigio, ma la televisione e il cinema sono cose diverse; due mondi  a se stanti.

Questo lavoro non paga a sufficienza e troppo spesso non paga proprio. Chi dice il contrario dice cazzate. Questo tipo di lavoro è  di base cinematografica. Sono un autodidatta, non sono ricco, anzi, i miei sforzi sono tutt’ora oggetto di piccoli mutui che mi porto dietro da decenni.

Tornando alla tipologia di lavoro credo sia importante continuare a documentare il mondo speleo, ma per farlo ci vuole tanta umiltà e coraggio di investire in se stessi.

ALLEGATI I LINK VIMEO DOVE POTER VEDERE SIA LA VERSIONE INGLESE CHE QUELLA ITALIANA

https://vimeo.com/manage/videos/326186747

https://vimeo.com/manage/videos/326180997

Ultimi due festival vinti in ordine di tempo :

 Andromeda Film Festival  ISTAMBUL  (Turchia)  20 Luglio 2022  “ BEST DOCUMENTARY”,

Tokyo Film Awards 1Luglio 2022 “BEST ASIAN FILM”

Questo è il primo festival vinto :

Hollywood International Independent Documentary Awards 28 Febbraio 2018 Foreign Documentary Short

Alcune selezioni internazionali dove il documentario  è stato selezionato dalla giuria ed è quindi stato proiettato alle manifestazioni – (anche questo è un premio!)

TRAVEL FILM International Film Festival (MOSCA) 5 marzo 2022 -“Selected”

Cambodia International Film Festival. (Cambodia -Phnom Penh)  1 Febbraio 2018. ” Selected”

Al festival di Londra Maverick Movie Awards è arrivato in finale …questa è una Vittoria

Maverick Movie Awards  (London) “ FINALIST ”  30 Settembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.