Gruppo Grotte Inzino, ora Speleo Valtrompia gia’ nel lontano 1980 in collaborazione con l’Associazione Speleologica Bresciana e Gruppo Grotte Brescia, proseguiva le esplorazioni del “Fierarol de Vesalla 330 Lo” incrementando lo sviluppo di quasi 2 km. Ora lo sviluppo e di 3,5 km di lunghezza e 160 m di profondita’.
La grotta si apre nella Maiolica ad una quota di quasi 800 m e la sua sorgente si trova 500 m di dislivello piu’ a valle. Sono state effettuate negli anni passati ben 3 colorazioni con reletivo risultato positivo alla sorgente.
Conosco personalmente gente, soci del gruppo ma non solo, che non dormivano di notte pensando a quel benedetto sifone collocato sotto una frana a -160m.
Non pensate ad un lago, anzi questo sifone si trova appunto sotto una frana e in un posto dove ci si sta’ al massimo in 2 persone.
Le hanno pensate tutte…dallo svuotamento all’immersione, addirittura mi ricordo che volevano utilizzare una camera d’aria di una ruota per far defluire l’acqua dall’altra parte…ma non e’ stato fatto niente di tutto cio’.
Sono passati piu’ di 30 anni…e il sifone e’ ancora “Vergine”!!!
Non sono miei calcoli ,la cosa e’ matematica, se l’ingresso e’ a quasi 800 m, la sorgente a 300 m la profondita’ della grotta e’ -160…restano 340 m di dislivello ancora da eslorare e di sviluppo non ne voglio nemmeno parlare, comunque diventerebbe quasi un -500.
Sara’ che ne sento parlare fin da quando sono piccolo, ma la cosa che mi chiedo e’…possibile che nel 2010 non si riesca a pensare a una soluzione…???
Da qui nasce l’idea: “Speleo Valtrompia lancia la sfida”!!!
Visto che per me la speleologia e’ anche collaborazione e condivisione, vi chiedo di farvi avanti: speleologi, speleosub, appassionati di tutta Italia…un’altra era esplorativa e’cominciata e quel sifone ci sta’ aspettando.

Bertone Giorgio
Speleo Valtrompia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.