Notizia di Maurizio Todini

Si terrà a Todi, presso il Museo Pinacoteca, dal 16 Marzo al 30 Aprile una esposizione di documenti relativi alle opere della rete idrica urbana. La mostra si terrà a cura del Gruppo Speleologico di Todi ed in collaborazione con Sistema Museo srl. Per maggiori informazioni todi@sistemamuseo.it
Dalle ricerche archivistiche effettuate dal Gruppo Speleologico di Todi sono tornati alla luce importantissimi documenti relativi ai sistemi di raccolta e distribuzione della città medievale. In particolare questi preziosissimi documenti, quasi tutti pergamene, saranno per la prima volta esposti al pubblico nelle sale del Museo Comunale di Todi dal 16 marzo al 30 aprile in occasione delle attività di valorizzazione del patrimonio culturale a cura della società Sistema Museo. Verranno esposte alcuni documenti come le pergamene che raccontano della costruzione delle Cisterne del Campidoglio e dell’acquedotto che portava l’acqua alla Fonte della Piazza (1289-1290). Sarà esposto lo Statuto Comunale del 1275 con, in particolare, i capitoli sull’uso dell’acqua, le normative per permettere il riempimento delle cisterne romane, le regole per l’utilizzazione delle fonti. In più saranno esposte anche cartografie e disegni dell’apposito Fondo dell’Archivio Storico del Comune di Todi. L’acqua ha segnato, nel bene e nel male, la storia della città di Todi lasciando tracce numerose del suo uso e controllo in tutta la documentazione antica. Ciò a fatto si che lo studio di tale disciplina sia estremamente interessante proprio perchè accanto ai chilometri di gallerie e cisterne antiche, riscoperte dal Gruppo Speleologico e da ultimo dagli speleo-sub Urban Divers della FIPSAS, vi è la possibilità di consultare i testi relativi alla costruzione e manutenzione di questo incredibile sistema sotterraneo.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.