IN UN POZZO DI SCIENZA: seminario sugli studi e le ricerche di Alfredo Bini

Gli speleologi lombardi che hanno partecipato al Convegno “Un Pozzo di Scienza” sono soddisfatti della propria performance

Il 3 maggio scorso si è svolto il convegno “IN UN POZZO DI SCIENZA: seminario sugli studi e le ricerche di Alfredo Bini” organizzato dalla moglie di Alfredo Bini, Luisa Zuccoli Bini, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra A. Desio dell’Università di Milano e la redazione della rivista Geologia Insubrica (di cui Alfredo è stato direttore e co-fondatore), in cui sono stati presentati gli studi e le ricerche, i metodi, spesso innovativi e “pionieristici”, i risultati, i modelli sull’evoluzione del territorio prealpino che Alfredo ha costruito nel corso di quasi 50 anni di ricerche.
Dal punto di vista speleologico, a lui va sicuramente il merito di aver portato, nel mondo della geologia, dati e osservazioni sulle grotte, mettendo in luce l’importanza dell’endocarso nella ricostruzione dell’evoluzione regionale tettonica, ambientale, topografica, climatica, elevando quindi il carsismo e la speleologia a rango di “scienze geologiche”, e di aver contribuito alla formazione “scientifica” di tantissimi speleologi.
La giornata, dal significativo titolo di “In un pozzo di scienza”, è stata ricchissima e intensa, ha visto più di 250 iscritti, e le presentazioni di 22 relazioni e 10 poster, con la partecipazione, nel campo della carsologia, di illustri colleghi italiani (Meo Vigna, Franco Cucchi, Paolo Forti, Lamberto Laureti, Arrigo Cigna…) e stranieri (dal Belgio Yves Quinif, dalla Francia Richard Maire e Philippe Audra). Le relazioni sono state suddivise in 4 sessioni, richiamando i principali campi di interesse e di studio di Alfredo: “Carsismo e Speleogenesi”, “Glaciazioni e Geomorfologia”, “Geologia del Quaternario” e “Divulgazione e Didattica”.
Nutrita, e molto apprezzata, è stata la partecipazione della compagine speleologica.
Per la sessione Carsismo e Speleogenesi, il cui chairman è stato Yves Quinif del Politecnico di Mons:
Yves Quinf: A life in Speleology and friendship
Richard Maire: Evolution of french karstology since one century and current situation
Philippe Audra: The role of “Maestro” in cave morphology and sediments
Paola Tognini: I processi speleogenetici delle grotte lombarde
Andrea Maconi: Rilievo del mondo ipogeo
Per la sessione Glaciazioni e Geomorfologia:
Stefano Turri: Le grotte ghiacciaie. Un archivio di informazioni
Per la sessione Geologia del Quaternario:
Bartolomeo Vigna e Cinzia Banzato: Rapporti tra geologia, carsismo e idrogeologia nelle Alpi Liguri
Per la sessione Divulgazione e Didattica:
Damiano Montrasio e Andrea Ferrario: Progetto Tu.Pa.Ca.:un nuovo portale per la condivisione del Catasto Speleologico delle Grotte Lombarde
Andrea Ferrario: La divulgazione scientifica alla portata di tutti
che hanno toccato molti dei temi di ricerca più cari ad Alfredo, dalla ricostruzione dell’evoluzione geologica e climatica del territorio e l’osservazione “scientifica” delle grotte (Quinif, Maire, Audra, Tognini, Turri, Vigna), al rilievo topografico (Maconi) e il Catasto lombardo (Ferrario e Montrasio), di cui Alfredo è stato per decenni attivissimo promotore e curatore, alla divulgazione scientifica (Ferrario), che Alfredo ha sempre portato avanti con serate, lezioni, corsi, escursioni sul campo dedicati agli speleologi. Proprio il filmato proposto da Andrea Ferrario (Presidente della Federazione Speleologica Lombarda), con spezzoni delle ultime lezioni di Alfredo per i workshop della FSLo, ha concluso la giornata, e ha riportato, per alcuni minuti, Alfredo in aula, facendo ridere e commuovere il pubblico, con le sue battute, il suo modo un po’ irreverente e dissacrante di insegnare ad osservare i fenomeni naturali senza farsi condizionare da pregiudizi e preconcetti, o, come amava dire lui, “contro la logica comune”.

(*) Il seminario ha avuto i patrocini e contributi da parte della Società Speleologica Italiana, Federazione Speleologica Lombarda, Gruppo Grotte Milano CAI-SEM (di cui Alfredo era socio fin dal 1968), Speleo Club Orobico, Regione Lombardia, Ordine dei Geologi di Lombardia, CGA-Consulenze Geologiche Ambientali, Fabio Baio Geologo-Consulenze Geologiche, Studio Geologico Tecnico Lecchese, Biodata – laboratorio di analisi e ricerca.

potrebbe interessarti anche:
[catlist currenttags=”yes”]
[catlist categorypage=”yes”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.