Yes, WE CAN!

DiScintilena

Giu 19, 2014

E così termina questa lunga maratona cominciata l’altra domenica, 11 giorni fa.

Facciamo i migliori auguri a Johann, ringraziamo tutti i soccorritori internazionali, ma in particolare i nostri amici connazionali che hanno dimostrato che l’Italia è fatta anche di cose buone, anzi, ECCELLENTI.
Un abbraccio e un grazie ad ogni soccorritore, ci avete messo cuore e braccia. Siamo ORGOGLIOSI di voi, credo proprio che questo è un sentire condiviso di tutti gli speleologi italiani.

Nelle retrovie tante altre persone hanno fatto il loro compito, anche noi nel nostro piccolo abbiamo dato qualcosa con Scintilena per dare informazioni più possibili chiare ed attendibili con una lunghissima serie di comunicati preparati e scritti da molte persone, e per questo mi sento di ringraziare prima di tutto e sopra tutti Leda Monza, bravissima e infaticabile traduttrice che ha dato un senso a parole incomprensibili e frasi senza senso ricavate da improbabili traduttori on line, e poi tutta la Commissione Comunicazione e Documentazione del CNSAS a partire da Luca Longo, Dolores Porcu, Chiara Borgarelli, Rossana D’Arienzo, Walter Milan, Damiano Montrasio, Gian Luca Ricciardulli, Corrado Camerini, Roberto Carminucci, Antonino Bileddo, con cui c’è stato uno scambio e una collaborazione eccezionale, e poi tutti gli speleologi che mi hanno dato una mano a capirci qualcosa: Lucia Tronconi, Mario Verole, Mauro Regolini, Giovanni Rossi, Riccardo Corazzi, Massimo Goldoni, Leonardo Zaccaro, Silvia Arrica, Annalisa Pollini e l’ultimo ringraziamento va a tutti gli autori di Scintilena, che, anche se abilitati a scrivere liberamente, hanno rispettato la consegna di non divulgare informazioni riguardanti incidenti e Soccorso.

A tutti GRAZIE. Spero che non serva mai più tutta questa mobilitazione, ma una cosa è sicura:
Yes We Can!

Andrea Scatolini Webmaster

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.