GRUPPO SPELEOLOGICO CAI PERUGIA

Uno Speleologo a scuola” è un importante progetto che il GRUPPO SPELEOLOGICO DI PERUGIA ha promosso e portato avanti, sia per le finalità che per i risultati raggiunti. L’obiettivo è diffondere la conoscenza del mondo sotterraneo e sensibilizzare, sui temi della vulnerabilità dell’ambiente ipogeo e dell’acqua, i ragazzi delle scuole  dell’Umbria. Il programma  in fase di lavorazione da un paio di anni, è stato presentato solo quest’anno alla Scuola dell’Infanzia di Spina  che ha aderito e partecipato con entusiasmo al progetto-pilota.

Il progetto nel dettaglio

Uno Speleo a scuola“, realizzato per la prima volta martedì 10 maggio, rientrava nel percorso scolastico dedicato allo studio della terra. La lezione in classe ha offerto la possibilità di aggancio e di inserimento all’interno del programma didattico dell’anno in corso: i bambini attentissimi e partecipi, hanno seguito e sono intervenuti su materie a carattere scientifico come il carsismo e i sistemi carsici, la biospeleologia e speleo-temi a carattere umanistico sulla storia della speleologia e l’interazione del mondo sotterraneo con la vita dell’uomo dalla preistoria ad oggi. L’argomento della lezione è stato introdotto con delle slides le cui immagini aiutavano i bambini a interagire con gli insegnanti sugli argomenti trattati: “Carsismo, biospeleologia ed ecologia” …un modo unico, per bambini e ragazzi, per scoprire il mondo sotterraneo del territorio umbro che, alle porte del terzo millennio, rimane ancora per la maggior parte delle persone un ambiente particolare e poco conosciuto ma che riveste da sempre fondamentale importanza per la salvaguardia del bene più prezioso: l’acqua. Scoprire come l’acqua che cade dal cielo attraverso un lungo percorso sotterraneo torna al mare, modellando dietro di sé le montagne nell’aspetto esterno ed interno.

Speleologo per un giorno

Uno splendido esempio di tutto ciò si trova un po’ ovunque in Italia dove, con una splendida passeggiata si può far vedere come l’acqua modella il nostro territorio prima di sparire sotto terra, trasformandosi in preziosissima riserva idrica. Scoprire poi perché gli animali del mondo ipogeo sono senza pigmentazione è stata per i ragazzi una forte scoperta. In un primo momento uno degli alunni aveva ipotizzato “perché non vanno mai al mare” e la questione al momento ci aveva lasciato senza parole: risposta geniale! E che dire dei moschettoni? “Mosche giganti!” sentenzia Roberto. Sicuramente utili per la progressione in grotta. Insomma la partecipazione è stata grande soprattutto quando è entrata in scena la grotta di cartone creata appositamente per far addentrare i “piccoli speleo” nel mondo ipogeo giocando con caschetti, luci e le carte gioco degli animali frequentatori delle grotte. E’ prevista altresì un’escursione in grotta alla quale parteciperanno liberamente bambini e genitori in modo da creare un contatto diretto con il mondo sotterraneo e la speleologia: entrare in grotta e scoprire direttamente dove la goccia d’acqua col suo passaggio scolpisce la roccia prima di rivedere la luce sotto forma d’acqua sorgiva, sarà senza dubbio un’esperienza che farà capire la forza e preziosità di questo bene. L’attività richiede una giornata ad essa dedicata e l’impegno di un congruo numero di accompagnatori da parte del GSCAIPG in funzione della complessità del percorso sotterraneo. Le grotte selezionate per tale percorso presentano un andamento suborizzontale che non comporta l’uso di attrezzature specifiche di risalita, nonché  facilità e comodità di accesso e sicurezza del percorso interno. Il Gruppo Speleo mette a disposizione, oltre agli accompagnatori, i caschi di protezione e le luci.

Maestra Stefania

Donatella "la bidella" prova la nostra grottaI risultati, in termini di entusiasmo e coinvolgimento, sembrano al momento estremamente positivi e sicuramente incoraggiano i soci di questo volenteroso Gruppo a ripetere l’esperienza anche per l’anno scolastico futuro. Per le valutazioni da parte delle insegnanti, si attendono i questionari a loro consegnati.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.