Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico
Comunicato Stampa
13/novembre/2011 ore 22,30

Intervento di soccorso ad una speleologa infortunata nella grotta “L’Omber en banda al Bus del Zel”- Serle Brescia

SERLE – A Serle, in provincia di Brescia, è in corso un intervento di soccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) per il recupero di una speleologa infortunata. La Speleologa si è presumibilmente prodotta un trauma alla gamba in seguito a una caduta.
La donna infortunata A. B. di anni 36, era in compagnia di altri 4 speleologi esperti, nella escursione della grotta “L’Omber en banda al Bus del Zel”, sull’altopiano di Cariadeghe, la più nota e profonda grotta bresciana che si apre a circa 750m di quota. La richiesta di soccorso è giunta alle 17,45. La speleologa si trovava a 300 metri di profondità in una zona detta “confluenza” dove si raggiunge una delle gallerie principali della grotta, quando è scivolata da una cengia rocciosa precipitando per 3 metri. Sul posto è arrivata la squadra della IX Zona Speleologica Lombarda del Soccorso Alpino e Speleologico competente per questo tipo di emergenza. 8 tecnici del CNSAS, tra cui un medico, stanno raggiungendo la donna e avvieranno le procedure per la stabilizzazione dell’infortunata, altre squadre del Soccorso Alpino e Speleologico stanno lavorando all’interno della grotta per preparare il complesso recupero. Data la notevole profondità e la complessità della grotta, l’intervento si protrarrà sicuramente per molte ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.