Scoperti i resti di un ominide di 250.000 anni fa

notizia di Marco Ottalevi

Sassari, 11:26
Scoperti resti di un ominide vecchio 250 mila anni.
I resti di un ominide di oltre 250 mila mila anni, a cui è stato dato il nome “Nur” in memoria del primo abitante dell’isola, è stato scoperto in una grotta del Logudoro meridionale. I ricercatori, un gruppo belga e un’equipe dell’Università di Sassari, sostengono che per collocazione e tipologia la scoperta potrebbe non essere isolata. Il gruppo di ricerca, costituito da Jean Marie Cordy, Sergio Ginesu e Stefania Sias, ha già rinvenuto nel 1993 il giacimento di Oreopitecus di Fiume Santo a Sassari e quelli di Iene e Macachi del Pleistocene nell’area del Monte Tuttavista di Orosei. Domani la scoperta verrà illustrata alle 10 nella’aula magna dell’università di Sassari.
Interverranno, oltre ai tre scopritori, il Rettore Alessandro Maida, il Pro-Rettore Attilio Mastino e il Direttore del Settore Geopaleontologico della Soprintendenza Archeologica per le province di Sassari e Nuoro Luciano Trebini. (Red)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.