Raduno Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico

3 ottobre 2014a5 ottobre 2014

Dolomiti Rescue Race 3 – 4 – 5 Ottobre 2014

Dal 3 al 5 Ottobre avrà luogo il IV Raduno Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

Durante la manifestazione le Stazioni del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e le squadre di soccorso alpino estere si metteranno in gioco con prove tecniche e di resistenza.
Lo scopo della manifestazione è la condivisione degli importanti valori che stanno alla base dei volontari impegnati: un’occasione di incontro per stringere amicizia con tutti i Componenti del Soccorso Alpino d’Italia e del Mondo in un contesto diverso da quello operativo di intervento.
L’evento avrà luogo nelle Dolomiti del Cadore. Per dettagli consulta il sito www.dolomitirescuerace.it

Puliamo il Buio 2014 – 80 speleologi ripuliscono il “Bus de la Lum”

Anche quest’anno, L’Unione Speleologica Pordenonese CAI ha partecipato all’iniziativa ”Puliamo il Buio”, l’annuale manifestazione ecologica nazionale dedicata alle grotte, promossa dalla Società Speleologica Italiana che da anni affianca le giornate di pulizia e recupero di aree naturali promosse da Lega Ambiente.

L’iniziativa, denominata ”Insieme ripuliamo il Bus de la Lum””, ha visto la partecipazione di speleologi dei Gruppi di Pordenone, Sacile, Pradis, Vittorio Veneto, Treviso, Padova, Venezia, Oderzo e Feltre che si sono prodigati nel duro lavoro di recupero dal fondo (-180 m) della famosa cavità del Pian del Cansiglio di alcuni quintali di materiali vari inopportunamente scaricati al suo interno.

Questo intervento, frutto della collaborazione fra gli speleologi, il Comune di Caneva, la Federazione Speleologica Regionale del FVG e la Ditta Tintinaglia Angelo testimonia ancora una volta, come rileva il coordinatore dell’evento, Gian Marco Fischer, la comune, concreta attenzione per il patrimonio naturale del nostro territorio e l’ecosistema sotterraneo.

Circolare CNSS–SSI Puglia: scadenza degli Organi esecutivi e decisionali

La presente è d’obbligo per ricordare che il prossimo 31 dicembre 2014, come disposto dall’art.8 del Regolamento della CNSS-SSI aggiornato al 01 novembre 2013, decadono per fine mandato tutti gli organi esecutivi e decisionali e nello specifico a livello regionale:
- Comitato Esecutivo Regionale (CER)
- Coordinatore Regionale (CR)
Continua a leggere Circolare CNSS–SSI Puglia: scadenza degli Organi esecutivi e decisionali →

Prorogato al 15 ottobre il termine per l’iscrizione a tariffa scontata al Congresso HYPOGEA2015

E’ stato prorogato al 15 ottobre il termine per l’iscrizione a tariffa ridotta al Congresso Internazionale HYPOGEA2015.

DALL’11 al 17 MARZO 2015 ROMA SARA’ LA CAPITALE DELLA SPELEOLOGIA IN CAVITA’ ARTICIALI

A Roma, dall’11 al 17 marzo 2015, presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) si terrà HYPOGEA2015: il primo CONGRESSO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA IN CAVITA’ ARTIFICIALI.
E’ la prima volta che la città di Roma ospita un evento speleologico di così ampio respiro e di rilievo internazionale. Una città che ha la grande fortuna di avere un immenso patrimonio sotterraneo di bellezza che deve essere, al pari con quello dei suoi monumenti noti in tutto il mondo, reso noto, tutelato e valorizzato.

Dalla Russia alla Turchia, dall’Armenia ad Israele, alla Georgia, Svizzera e Croazia e con una forte presenza Italiana, numerosi esperti e speleologi si incontreranno per presentare e discutere le esperienze acquisite nel campo delle indagini speleologiche e speleosubacquee in cavità sotterranee artificiali. Città sotterranee, catacombe, cave, chiese rupestri, antichi acquedotti ed emissari, miniere ormai dismesse. Sono solo alcune delle tipologie di cavità artificiali riscoperte che verranno presentate e confrontate nel corso del congresso.
A QUESTO LINK E’ DISPONIBILE UN ELENCO DEI CONTRIBUTI PERVENUTI

Particolare attenzione sarà anche rivolta agli incontri per la definizione di standard internazionali attraverso l’adozione di simbologia cartografica comune, l’adozione di una rete informatica internazionale condivisa a livello mondiale e la possibilità di estendere al consesso internazionale progetti italiani di rilevante importanza, come la Carta degli Antichi Acquedotti.
Un momento importante, rivolto alla realtà italiana, sarà la conferenza-dibattito del sabato mattina che porrà a confronto gli esperti e gli Enti preposti alla tutela del patrimonio storico, culturale e ambientale del mondo ipogeo in Italia con particolare riguardo alla valutazione standardizzata degli aspetti di valorizzazione e rischio dell’ambiente sotterraneo quali crolli, frane, inquinamento e utilizzo del sottosuolo da parte della criminalità; rilevazione sistematica delle valenze storiche, culturali, archeologiche in ottica di conoscenza, tutela e valorizzazione; itinerari sotterranei turistici: analisi dello stato dell’arte attraverso un primo censimento delle strutture ipogee turistiche italiane ed europee; analisi dei risvolti occupazionali ed eventuali permessi di utilizzo degli ipogei artificiali con valenza storica e culturale.

Durante il Congresso saranno organizzate visite guidate ad alcuni ipogei romani di straordinario interesse, raramente accessibili, e tre giornate di escursioni esplorative nel territorio dei Colli Albani, della Sabina e della Narni sotterranea.

Il Congresso è organizzato da HYPOGEA, la Federazione dei Gruppi Speleologici del Lazio per le Cavità Artificiali di cui fanno parte le associazioni speleologiche A.S.S.O. Onlus, Egeria Centro Ricerche Sotterranee e Roma Sotterranea. Enti patrocinanti del Congresso sono la Società Speleologica Italiana, l’International Union of Speleology e il Parco Regionale dei Castelli Romani. Partner ufficiali del Congresso sono il Gruppo Storico Romano, l’Associazione Subterranea, il Gruppo Speleologico Vespertilio, Scintilena e Rome Insider.

La lingua ufficiale del Congresso è l’inglese.

Il programma del Congresso e tutte le informazioni di riferimento sono disponibili sul sito: hypogea2015.hypogea.it

Cecilio, Cecilio!!!!! Il video dello sbarco all’aeroporto di LIMA

http://elcomercio.pe/peru/lima/espeleologo-espanol-llego-lima-internado-clinica-noticia-1760753?ref=nota_peru&ft=mod_interesa&e=foto

e qui il suo racconto mentre lo stanno trasportando in elicottero:

http://elcomercio.pe/peru/amazonas/espeleologo-espanol-piensa-regresar-cueva-leimebamba-noticia-1760799?ref=nota_peru&ft=mod_leatambien&e=foto

No, dico: sembra fresco come una rosa, lucidissimo.
Lasciatemelo dire: BOIA DE’!!!! :-D

In Perù interruzione delle trasmissioni per la notizia del salvataggio di Cecilio

Notizia di Augustin Pinar:
En Perú interrumpen la programación televisiva para ofrecer imágenes de última hora del rescate de Cecilio en la cueva en inti machay

Quanto abbiamo da imparare dal Perù! In Italia in televisione c’è D’Alema che rimpiangiamo adesso che abbiamo conosciuto Renzi che speravamo sconfiggesse berlusconi. berlusconi lo scrivo minuscolo apposta, non è un errore. Voglio andare a vivere in Perù dove la notizia è solidarietà.

GRAZIE PERU’ e GRAZIE SOCCORRITORI SPAGNOLI!

CECILIO E’ FUORI!!!!!!!!! Grandi Spagnoli!!!! GRANDE CECILIO!!!!!

E’ fuori, è uscito, salvo, con un soccorso che sembrava ancora più impensabile di quello del tedesco, salvo!!!!

Bello, si conclude con un successo il tormentato soccorso dei madrileni che con un cuore grande sono partiti alla volta del Perù a tirare fuori il loro amico e compagno di grotta.

Continua la campagna di solidarietà con la sottoscrizione volontaria, ma Cecilio è fuori! Ora speriamo che tutto vada per il meglio.

Per ora il collegamento con l’elicottero è sospeso in attesa di un miglioramento del meteo.

Fonte:
http://rescateintimachay.blogspot.com.es/

Leggi tutte le notizie di Scintilena sull’incidente di Cecilio in Perù:
http://www.scintilena.com/category/principali/incidenti/

12 giorni di permanenza forzata per la rottura presunta di due vertebre e forse qualche costola.
Dopo essere caduto da 5 metri d’altezza, a -400 di profondità e circa a 2 km all’interno di una grotta, Cecilio López Tercero è rimasto ad aspettare con spirito e con coraggio l’arrivo dei soccorsi.

L’incidente si è verificato in una grotta remota, nella foresta amazzonica, a 3000 metri di altezza e a tre giorni di cammino da Lima.

Cecilio era il più esperto della spedizione internazionale a cui partecipavano anche francesi e una italiana.

In Perù non esiste un Corpo del Soccorso, anzi proprio non esiste quasi la speleologia, probabilmente l’ECA Espeleo Club Andino è il gruppo speleo unico della zona, così i primi soccorritori sono stati pompieri ed esercito per nulla addestrati alla grotta, poi sono arrivati gli speleologi dell’ECA, speleologi anche loro ma senza soccorso, senza barella, senza attrezzature adeguate per tirare fuori Cecilio da un posto veramente bastardo.
In tutto questo si è aggiunta la difficoltà dei trasporti, con una situazione logistica che andava peggiorando con l’affluire sul posto di persone non strettamente necessarie.

Dalla Spagna, i madrileni hanno incominciato a partire a scaglioni, volontari, mentre il governo spagnolo si è rifiutato di dare appoggio economico alla missione di soccorso.
Il Perù ha messo a disposizione un aereo militare e due elicotteri, il paese vicino una mucca, per fornire latte sul posto ai soccorritori.
Da tutto il mondo è partita una sottoscrizione con raccolta fondi per pagare il viaggio ai tecnici del soccorso spagnolo, e finora sono stati versati circa 100mila euro in favore della federazione speleologica madrilena.
Da sabato della scorsa settimana, suddivisi in ondate successive, sono arrivati in perù 60 soccorritori madrileni che per raggiungere la grotta da Lima hanno impiegato veramente tanto, anche a causa delle condizioni meteo pessime che impedivano il volo degli elicotteri dalla città vicina al campo base/avanzato nei pressi della grotta. I soccorritori in breve hanno recuperato Cecilio che nel frattempo aspettava, sedato e paziente, alimentato alla meno peggio e con forti dolori alla schiena, allestendo due campi interni e forzando i passaggi stretti in cui non poteva passare la barella.

E’ Miao Room il salone sotterraneo più grande del mondo!

Sul National Geographic ecco la notizia tanto attesa:
Il grande ambiente Miao Room è il salone più grande del mondo. Si è giunti a questa conclusione dopo la misurazione fatta con laserscanner all’interno della grotta cinese di…. (non mi ricordo come si chiama la grotta!) 10,78 milioni di metri cubi.

Di solito non sto dietro a quest record, ma stavolta il record parla un pò italiano, con la responsabile tecnica della spedizione che è la ricercatrice speleologa sarda Daniela Pani, che durante gli spostamenti indossava la maglietta di Scintilena!

Leggi il servizio del National Geographic:
http://news.nationalgeographic.com

“Diversamente Speleo 2014 – Rana”: premio speciale giuria

Il trailer di “Diversamente Speleo 2014 – Buso della Rana” ha ricevuto il Premio Speciale della giuria al 4° Speleo Film Festival di Karlovac in Croazia.

Questa la traduzione di Google Translator del riepilogo dell’evento:

Sabato, 27/09/2014. la città vecchia Dubovac tenuto quarto consecutivi cinematografiche Speleologia del festival organizzato speleologi Alpinismo Society Dubovac. Quest’anno il festival ha attirato centinaia di non solo escursionisti e speleologi provenienti da tutto i croati, ma anche altre persone che amano la bellezza naturale di Karlovac e dintorni. Sponsor del festival sono stati la città di Sheffield, Croatian Mountaineering Association – Comitato Speleologica della Federazione Speleologica Zagabria. Il festival è stato aperto dalla signora .. Andrew navijali?, capo dell’ufficio città per le attività sociali, e Keynotes pubblico ripreso da g.Vitomir Murgani? – Presidente del PD Dubovac e g.Damir Basara – di fronte al Comitato Organizzatore del Festival.

Speleologia film è una parte significativa dei risultati dell’esplorazione, dal momento che porta in sé il valore e la bellezza naturale spazio sotterraneo impressionante, che in precedenza era disponibile solo per un piccolo numero di persone – speleologi. I valori registrati nel personale di terra sono impensabili se guardiamo dal punto di vista degli spettatori ordinari. Pertanto, nelle presenti film potrebbe conoscere la bellezza delle decorazioni grotte e le grandi potenzialità del turismo che si nasconde nel mondo sotterraneo, la vita varia nel mondo sotterraneo che è riconosciuta come uno dei leader della biodiversità croata, a seguito dell’attività di esplorazione e spedizioni in vari angoli esotici del mondo, conoscenza scientifica preziosa e la ricerca scientifica svolta nel sottosuolo, e tutta una serie di diversi argomenti legati al mondo sotterraneo.

Nella competizione per il premio di quest’anno comprendeva 29 film provenienti da 16 paesi del mondo che è il nostro festival ha preso notevole carattere nazionale e internazionale, come uno dei pochi festival di questo tema nel mondo. Decisione della Commissione, del 6 membri premi sono stati assegnati ai seguenti progetti:

3 ° posto : “Swallet flood superiore – Down to Neverland” di Andy e Antonio e l’indirizzo e-FreeMem Regno Unito

2 ° posto : “Il fascino dell’ignoto” di Tomaz Grdina da Slovenia

1 ° posto : “Il punto caldo nel buio freddo” di Ciril Mlinar da Slovenia

Comitato Premio speciale assegnato il film “Diversamente speleo 2014 – Buso della Rana” di Sandro Sedran da Italia.

La manifestazione è stata presentata giovedì 25/9/14 con un servizio alla televisione nazionale croata che ha parlato di speleologia per ben un’ora. A Sandro è stata fatta un’intervista “da remoto” che è andata in onda assieme alle immagini del trailer. E’ possibile vederlo a partire dal minuto 21 (purtroppo sembra impossibile andare direttamente al minuto interessato)

Ora non resta che attendere pazientemente il montaggio del filmato completo, che sarà pronto per i primi mesi del 2015.

Hola a todos desde las profundidades de la tierra – Messaggio di Cecilio dall’incidente in Perù

Mentre i soccorritori questa mattina l’hanno portato a -150 dall’uscita, ma manca un lungo tratto orizzontale dell’ordine di un km circa, Cecilio ha trovato il tempo di farsi scrivere un messaggio per chi è fuori:

“Hola a todos desde las profundidades de la tierra:

– Primero tranquilizar a mi mamá (que ya sabéis cómo son).

– Un beso a Natalia y decirle que la quiero mucho, aunque ella ya lo sabe.

– Agradecerle a Jabier todo lo que está haciendo y pedirle perdón por haber
ocasionado todo este jaleo.

– Daros las gracias a todos los que estáis colaborando en la extracción y que
hayáis venido a salvar a este pobre….. (ilegible).

– Un recuerdo muy grande a Mónica, Kapi, Geraldine, Melissa, Norma, Jorge, Gustavo,
Eire y Umberto por todo lo que están haciendo.

– A todos los peruanos que están apoyando con la logística.

– A los sanitarios que me ayudan a que se pasen los dolores con esas “droguitas”
que me meten por las venas.

– En este accidente he aprendido dos cosas:

o 1.- La calidad y la cantidad de los amigos que tengo
o 2.-……. (ilegible por el barro)

Un abrazo a todos,

PD: ……. Ilegible)”

Fonte: http://rescateintimachay.blogspot.com.es/