Extreme Caving in Burrington Combe (se so incastrati)

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Aggrega

Highlights of the Caving Year 2015

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Aggrega

Corso CAI di introduzione al torrentismo in Lombardia

1 giugno 2016


GRUPPO ORGANIZZATORE Gruppo Speleo Torrentistico CAI “Le Salamandre”
QUOTA DI ISCRIZIONE € 140,00
SCOPI E DESCRIZIONE DEL CORSO

Il corso è destinato a chi vuole avvicinarsi a questa affascinante attività che permette di entrare in contatto con ambienti a scarso impatto antropico e pressoché incontaminati.

L’allievo imparerà a comprendere, oltre agli aspetti ambientali e naturalistici, anche le principali problematiche di progressione in forra e su corda.

Il partecipante avrà dunque la possibilità di imparare il corretto utilizzo dell’attrezzatura personale di base raggiungendo così l’autonomia gestionale all’interno di Continua a leggere Corso CAI di introduzione al torrentismo in Lombardia →

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Canyoning, Lombardia, Speleo CAI

Corso Nazionale CAI avanzamento tecnico in torrentismo a Pescara

23 maggio 2016


GRUPPO ORGANIZZATORE Gruppo Esplorazione Speleologica CAI Pescara
QUOTA DI ISCRIZIONE € 380,00
SCOPI E DESCRIZIONE DEL CORSO

il corso si propone di mostrare le attuali tecniche di progressione e attrezzamento di un torrente e di far crescere la conoscenza al normale frequentatore fino a renderlo autonomo nella gestione di un gruppo omogeneo. Il corso è indirizzato a tutti i soci CAI tesserati ad una crescita personale e del gruppo di amici con cui condividere questa passione. Il torrentista che si presenta deve avere padronanza della progressione di base ed aver partecipato ad un corso d’introduzione.

Programma di massima:

23/05 Arrivo, inizio attività
24/05 Palestra
25/05 Forra
26/05 Palestra
27/05 Forra
28/05 Palestra
29/05 Forra
Attrezzatura personale minima:

casco omologato per alpinismo e/o speleologia;
muta completa; calzari neoprene;
scarpe da torrentismo;
imbragatura cosciale completa di una doppia longe in corda dinamica omologata;
con corda intera confezionata con nodo tri-longe o in alternativa longe doppia a Y asimmetrica omologata CE in fettuccia cucita (tipo Petzl Spelegyca), entrambi i rami saranno equipaggiati con moschettoni a ghiera;
2 spezzoni di cordino in kevlar da ml 1,70 ciascuno per realizzare un anello chiuso ed uno spezzone con Continua a leggere Corso Nazionale CAI avanzamento tecnico in torrentismo a Pescara →

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Abruzzo, Appuntamenti, Canyoning, Speleo CAI

40 anni del Gruppo Speleo Archeologico Giovanni Spano

21 maggio 2016a22 maggio 2016


Il GSAGS in occasione dei suoi 40 anni di attività, organizza un fine settimana dedicato alla scoperta e conoscenza della speleologia.
Un viaggio emozionante nel mondo sotterraneo mostrato attraverso immagini parole teatro.

Programma:

SABATO 21 MAGGIO

09:00-09:10 Apertura
09:10-09:40 Fondazione e costituzione GSAGS
09:40-10:20 Cavità Artificiali
10:20-10:35 Grotte di Miniera
10:35-10:50 Federazione Speleologica Sarda Ruolo e Funzioni
11:00-15:00 Mostra Fotografica

15:15-16:15 Speleologia Carsica
16:30-17:00 Spettacolo teatrale per Bambini
Mostra fotografica sino alle 18:30

DOMENICA 22 MAGGIO

09:00-13:00 Mostra Fotografica

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Sardegna

Alburni: un monte condiviso – Per un dibattito tra passato e futuro 2-5 Giugno 2016


Per il ponte dal 2 al 5 giugno a Sant’Angelo a Fasanella (Sa) nel Parco del Cilento e Vallo di Diano si svolgerà una pregevole iniziativa nata nello spirito di un’antica amicizia tra alcuni Gruppi “storici” degli Alburni che hanno condiviso quel monte dalla fine degli anni ’70 fino ai giorni nostri.
I Gruppi impegnati nell’organizzazione dell’evento, oltre al Gruppo Escursionistico Speleologico Monti Alburni, sono il Gruppo Speleologico CAI Napoli, il Gruppo Speleo Dauno e il Gruppo Speleologico Martinese, che hanno voluto, per una volta, invertire la prospettiva dei rapporti e portare metaforicamente le grotte a valle organizzando un incontro – il più largo possibile – fra quanti quel monte hanno frequentato e quanti, in particolare, potrebbero ancora scoprirlo.
Per noi e per molti altri, questa manifestazione vuole essere il pagamento di un debito di riconoscenza verso le Comunità di quei Paesi, soprattutto quelli del versante occidentale, che per tutti questi anni ci hanno dato ospitalità e sono sempre stati la nostra base logistica a valle.
In tutti questi anni tante cose sono cambiate, oltre a noi stessi. Il tentativo di mettere in comune delle riflessioni, delle esperienze e dei ricordi vuole essere un ponte tra passato e futuro, affinché questa bella storia trovi una sua continuazione.
La manifestazione non avrà il consueto taglio di convegno, ma si svilupperà attraverso delle tavole rotonde, dibattiti, riflessioni, ricordi e interviste nel limitato spazio di una giornata. Così come sono previste escursioni e grotte attrezzate per tutti coloro che non perderanno l’occasione di esplorare.
Sui consueti canali informativi speleologici, sul sito dell’ evento e sulla pagina faccia libro potrete trovare il programma dettagliato e definitivo dell’evento, dove è riportata anche la logistica del pernotto e delle esplorazioni previste.
Pertanto, Siete tutti caldamente invitati all’evento con la consueta copiosa partecipazione attiva che contraddistingue la comunità speleologica Per ogni necessaria comunicazione è possibile servirsi di:
• Sito Web: www.alburnicondiviso.it
• E-mail: alburnicondiviso@gmail.com
• Pagina Facebook: www.facebook.com/alburnicondiviso
• Cellulari: 3388323514
Per l’organizzazione
Gruppo Escursionistico Speleologico Monti Alburni

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Campania, Campi Speleo, Esplorazioni

Massiccio degli Alburni (Campania) accertato il collegamento tra Grotta del Falco (Cp 448) – Grava del Fumo (Cp 94) – sorgente Auso.

La prova di tracciamento svolta nel mese di aprile 2016 sul massiccio degli Alburni ha accertato che una parte delle acque del settore Nord-Orientale del massiccio contribuisce ad alimentare il settore Centrale raggiungendo Grava del Fumo e quindi la sorgente Auso.
Un dato questo molto interessante poiché lo schema idrogeologico degli Alburni vede la monoclinale suddivisa in quattro settori principali delimitati da importanti direttrici tettoniche.
Sommariamente l’area Occidentale drenante sia verso Castelcivita che il Tanagro, il settore Centrale che ha come recapito preferenziale la sorgente Auso ed infine l’area Nord-Orientale, delimitata a Ovest e Nord-Ovest dalla faglia del Vallone Lontrano, che alimenta le sorgenti di Pertosa, .
In seguito alle immersioni ed esplorazioni di Luca Pedrali e Nadia Bocchi del 2014, sapendo che la galleria post sifoni della Grotta del Falco supera la grande faglia del Vallone Lontrano per dirigersi verso il settore Centrale degli Alburni, ritenemmo probabile il collegamento della Grotta del Falco con il collettore della Grava Fumo, uno dei principali inghiottitoi attivi della zona Centrale degli Alburni.
Ad aprile 2016 viene immesso il tracciante nel collettore della Grotta del Falco e vengono monitorati, come punti di recapito, il lago sifone a monte della Grava del Fumo e la sorgente Auso.
L’analisi dei captori, risultati positivi, ha confermato la nostra intuizione mettendo in gioco nuove considerazioni sull’idrogeologia degli Alburni.
Questo importante risultato è stato ottenuto solo grazie alla sinergia e affiatamento dei seguenti gruppi: Gruppo Speleologico Marchigiano (GSM) – Gruppo Speleo Alpinistico Vallo di Diano (GSAVD) – Associazione Interregionale Ricerche ed Esplorazioni Speleosubacquee (AIRES) oltre alla costanza e determinazione dei singoli soci che hanno creduto in questo progetto.
Si ringraziano gli amici del Gruppo Speleologico Martinese che consentendoci di usufruire dell’armo di Grotta del Vento ci ha permesso di raggiungere Grava del Fumo non accessibile nei periodi piovosi.

Gruppo Speleologico Marchigiano (GSM) – Gruppo Speleo Alpinistico Vallo di Diano (GSAVD) – Associazione Interregionale Ricerche ed Esplorazioni Speleosubacquee (AIRES)

Laura De Nitto (GSAVD)

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Campania, Esplorazioni e Scoperte

Claustrofobia?

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Video You Tube

TORRENTISTI IN GARFAGNANA il 14 maggio!

14 maggio 2016a15 maggio 2016


SABATO 14 MAGGIO 2016: ore 8.30 Apertura di TORRENTISTI IN GARFAGNANA incontro a Coreglia Antelminelli (LU) presso campeggio Pian d’Amora ore 9.00 Partenza per la discesa delle forre della Garfagnana (Rio Selvano (Pilli), Rio Fogliaia, Canale degli Alberghi (secca), Marmitte dei Giganti (secca), Canale dell’Inferno, Rio della Sega). ore 20.30 “CENA INSIEME” al ristorante All’Amora presso il campeggio menu 25€ prenotazione in loco.

DOMENICA 15 MAGGIO 2016: ore 8.30 Apertura di TORRENTISTI IN GARFAGNANA incontro a Coreglia Antelminelli (LU) presso campeggio Pian d’Amora http://www.campingpiandamora.nl/index.php?lang=it; ore 9.00 Partenza per la discesa delle forre della Garfagnana (Rio Fogliaia, Canale degli Alberghi (secca), Marmitte dei Giganti (secca), Canale dell’Inferno, Rio della Sega).

L’evento è PATROCINATO dall’Associazione Italiana Canyoning (è quindi coperto dall’assicurazione per tutti i soci AIC in regola con il pagamento della quota sociale 2016).

https://www.facebook.com/events/1551968575103664/

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Canyoning, Toscana

Il catasto delle Grotte lombarde è ON LINE!

Federazione Speleologica Lombarda
Da oggi sarà possibile da parte di chiunque navigare nella mappa delle grotte e consultare una parte della scheda catastale.

Da oggi gli speleologi lombardi hanno uno strumento in più, per conoscere il proprio territorio, per orientare nuove esplorazioni, ma anche solo per conoscere la storia della speleologia in Lombardia.

http://www.speleolombardia.it/catasto/

In occasione de “In un pozzo di scienza” – seminario sugli studi e le ricerche di Alfredo Bini, ad un anno dalla sua scomparsa, Federazione Spelologica Lombarda è lieta di annunciare ufficialmente la pubblicazione on line del Progetto Tu.Pa.Ca. (Tutela del Patrimonio Carsico).

Il progetto, in corso di realizzazione e finanziato con il contributo di Fondazione Cariplo, costituisce il volto Web del Catasto delle Grotte Lombarde, per le prima volta on-line, a 90 anni esatti dalla sua ideazione, nel 1926, ad opera di Corrado Allegretti, Leonida Boldori, Cesare Chiesa.

potrebbe interessarti anche:


Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Aggrega, Lombardia, Software, WEB & Software