Fotografia – Acque sotterranee – Concluso il contest di Speleo Foto Italia

Dal mese di Novembre 2014 è partito a pieni giri su facebook un gruppo dal nome inequivocabile: “Speleo Foto Italia” e anche il link è già molto emblematico: https://www.facebook.com/grotteitaliane

Tra il serio e il faceto ai primi di dicembre è stato lanciato un contest interno con il tema “Acque Sotterranee” che ha visto la partecipazione di numerosi speleologi fotografi; la foto che si è aggiudicata il maggior numero di “mi piace” di facebook è stata questa e come premio si aggiudica la posizione di “immagine di copertina” della pagina facebook di Speleo Foto Italia.


Risorgenza di Su Gologone, la finestra a -40
Autore: Attilio Eusebio

Complimenti ad Attilio Eusebio e grazie a tutti i partecipanti!

Qui trovate tutti i fotografi e tutte le foto partecipanti al contest “acque sotterranee”:
https://www.facebook.com/events/1405250179720480/

Dopo la pausa natalizia prepareremo il prossimo contest che si svolgerà a Gennaio e avrà come tema: “Sezioni” quindi durante le vacanze il compito è quello di approfittare delle uscite in grotta per porre l’attenzione sulle sezioni delle cavità che esplorate e percorrete, perchè anche la sezione racconta la storia di una parte di quella grotta: frane, riempimenti, condotte, approfondimenti, faglie, ringiovanimenti, canali di volta…

Il gruppo Speleo Foto Italia dovrebbe raccogliere fotografi speleo cercando di aiutarli a migliorarsi e a ragionare sulle grotte e sulla speleologia. Il contest non è una gara contro qualcun altro, ma è uno stimolo a migliorare se stessi, a mettersi in gioco, a provare a cimentarsi in cose anche difficili.

Questo era il regolamento del Continua a leggere Fotografia – Acque sotterranee – Concluso il contest di Speleo Foto Italia →

Corso completo di soccorso speleo in Russia

Francesi e russi insieme per un corso di formazione di soccorso in grotta secondo le specifiche tecniche del Soccorso Francese

Il corso si svolgerà nella Repubblica di Bashkiria, Kutukov Sumgait dal 3 al 12 luglio 2015 con istruttori francexsi del SSF e si arfticola in tre percorsi paralleli:

Equipier / Chef d’Équipe – corso generale, che comprende anche la tecnica di soccorso uomo a uomo, il trasporto della barella, l’introduzione all’argomento “comunicazioni sotterranee, elementi di primo soccorso.

Assistenza Fase Victime – apprendimento delle regole per la prima cura dell’infortunato nella fase di pre-soccorso, immobilizzazione, organizzazione di un “hot spot” cioè di un luogo adatto allo stazionamento e all’attesa, diagnostica, monitoraggio delle condizioni, la creazione di comunicazione sotterranee, supporto della vittima durante il trasporto e così via.

Plongée Secours – mezzi di salvataggio e di trasporto in una grotta con sifoni allagati.

Il workshop prevede lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche in palestra di roccia e nelle grotte Kutukov-2 Kutukov-4, Sumgait.
Al termine del workshop sarà rilasciato un certificato di completamento della formazione da parte dell’Unione dei Volontari e SSF.

Maggiori info (in cirillico) su https://vk.com/club83122004 e https://vk.com/club31395973

Cordiali saluti,
Vladimir Akimov

Memoria – Gli arretrati di Speleologia disponibili on line

Quando è viva, condivisa, la memoria si strappa all’anonimato e diventa storia.
Volti, nomi, racconti, affetti, passioni, ideali, sacrificio in cui riconoscersi.
La memoria smarrita è una piaga che ci rende colpevoli.
La memoria viva e pulsante è un testimone da consegnare di mano in mano e di vita in vita.

Speleologia arretrati on line

http://www.speleologiassi.it/arretrati/

Valore VS successo – Speleosicoriflessioni nel buio

Cerca di essere uno speleo di VALORE piuttosto che uno speleo di SUCCESSO.
Il VALORE è come la conoscenza di un particolare modo di armare, una costante personale che, sebbene migliorabile, sarà utile anche agli altri in futuro.
Il SUCCESSO sarà sempre come una fiammella di carburo che finita la sua era è stata rimpiazzata dall’elettrico e poi dal led… un traguardo superabile da qualcun altro dopo di te insomma…

Israele diventa il 36esimo partner di Eurobats

Con particolare piacere l’organizzazione di Eurobats informa che è stata depositata la richiesta di Israele per entrare a far parte di Eurobats.
Il passaggio diventerà effettivo a partire dal 14 gennaio 2015.
leggi la notizia su Eurobats

Consigliamo ai palestinesi dei territori occupati di travestirsi da pipistrello per essere tutelati ed evitare la propria estinzione.

Appuntamenti al buio a Padova

21 gennaio 2015

Anche quest’anno il Gruppo Speleologico Padovano organizza, in collaborazione con la Sezione CAI di Padova, tre serate dedicate all’esplorazione, dai Tepui a Krubera, senza dimenticare le grandi esplorazioni vicino a casa, nel Complesso del Buso della Rana.
Tutti gli appuntamenti li trovate nelle locandine alla pagina del blog del GS. Padovano.
Segnaliamo che la serata del 20/01/2015 è anche la prima della rassegna “Alpinismo e dintorni” .. questo ciclo di serate viene inaugurato proprio dai racconti di anni di ricerche speleologiche sui Tepui Venezuelani.

Le grotte di Napoli e dintorni nell’arte attraverso i secoli

Sul sito di Napoliunderground Fulvio Salvi sta raccogliendo nella gallery, sotto la sezione “Le grotte di Napoli e dintorni nell’arte attraverso i secoli”, tutte le immagini che riuscirà ad individuare complete, dove disponibili, di informazioni sugli autori, tecniche pittoriche, data di creazione, dimensioni della singola opera e sua attuale ubicazione.

Tenendo presente che molti vedutisti settecenteschi, perlopiù stranieri, non sempre riportavano fedelmente ciò che osservavano limitandosi in loco ad annotazioni “emotive” sui loro taccuini (schizzi e “ricordi” da sviluppare successivamente in patria secondo la richiesta dei committenti) e che nel tempo il territorio ha subito notevoli cambiamenti, ha reputato utile aprire anche una sezione nel forum dedicata a queste opere per commentare le singole immagini ed eventualmente postare fotografie attuali che riproducano, ove possibile, le medesime inquadrature e poter così correttamente individuare ogni cavità naturale e tufo traforato rappresentati.

Segui il link a Napoliunderground.org

Matese – scavo della dolina di Cul di Bove – Dajeeee!!!!

Freschi di stampa i volumi 60 e 61 di “Progressione” della Commissione Grotte “E. Boegan”

Sono stati pubblicati, e sono in fase di distribuzione, i nuovissimi due volumi di Progressione della Commissione Grotte “E. Boegan” di Trieste, la Rivista Speleologica diffusa in campo nazionale ed internazionale e che accoglie notizie, riflessioni, risultati di esplorazioni e ricerche provenienti da ogni parte. Nata come supplemento ad “Atti e Memorie” rappresenta il veicolo principale della CGEB per divulgare notizie provenienti dall’ampio e variegato mondo speleo.
Notevole l’impegno economico, superato dalla responsabilità che la CGEB sente e mantiene nel settore della diffusione e condivisione dei dati che riguardano il sottosuolo.
Il Volume 60 – 144 pagine – opera di Pino Guidi, è costituito dagli Indici analitici comprendenti il periodo dal 1999 al 2012 e curati con cadenza periodica. Sono strutturati in Indici generali, per autori, per argomenti, per elenchi di cavità, fauna e botanica. Specifico il settore “Personalia”. Gli indici di Progressione sono costruiti per facilitare la conoscenza in dettaglio dei contenuti degli articoli e per gli specialisti ed i ricercatori in genere rappresentano la fonte primaria di informazioni e come chiave di ricerca dei dati pregressi.
Il Volume 61 – 128 pagine – contiene articoli riguardanti attività nazionali ed internazionali, riflessioni su argomenti discussi e discutibili, novità editoriali e bibliografiche, aggiornamenti catastali in Italia ed all’estero, convegni, tecnica, ricerche. Tra gli articoli si citano relazioni sulla Mongolia, sulle esplorazioni del deserto di Acatama e sulle spedizioni in Albania. Un volume ben costrutto, ricco di foto e rilievi.
Distribuiti in territorio nazionale nel formato cartaceo, i volumi sono fruibili attraverso i formati PDF scaricabili dal sito www.boegan.it.

Todi – Mostra ‘La Portaccia e le due Valli’

20 dicembre 2014

Terme, aquedotti, fontane, porte e mosaici: Viaggio nel Rione della Valle

Il mosaico della foto è un mosaico a tessere bianche e nere, perfettamente conservato, che si trova sotto la ex Chiesa di S. Quirico ( oggi esposizione di Palazzo Morelli – Fine Art) sul lato destro di Via Ciuffelli ( Via della Valle Superiore). Insieme ai mosaici pavimentali, anch’essi di età romana, che si trovano a Palazzo Ciuffelli sarà visitabile durante l’esposizione.
La zona della Portaccia e delle Valli Bassa e Superiore è stata sempre descritta dai cronisti antichi come l’area dove insistevano le Terme ( Via Termoli) e nel corso degli anni la ricerca del Gruppo Speleologico di Todi , gli scavi della Soprintendenza Archeologica (Dott.sse Manconi e Strazzulla) e le indagini sui drenaggi (Dott. Bruschetti e Ing. Massimo Mariani) hanno permesso di avere un quadro più esatto della città antica (E. Tascio – M. Bergamini Simoni).
In particolare il cunicolo inferiore del c.d. Muro Etrusco, esplorato dal Gruppo Speleologico negli anni settanta, ha restituito materiale per un approfondimento sui sistemi di terrazzamento utilizzati per “ampliare” le superfici edificabili. Del cunicolo sarà presentato durante la Mostra un video girato solo qualche settimana fa , che permetterà di vivere in diretta l’emozione di una esplorazione sotto la Città.
La Mostra allestita all’interno di Palazzo Ciuffelli sarà aperta dalle ore 15, 30 alle 19,30 , tutti i giorni sino all’8 gennaio.

Il curatore della Mostra – Maurizio Todini