Giro d’Italia in Forra, questa sera con lo Specus a Cagliari

24 maggio 2017

AIC giro-d'italia-in-forra

Torrentismo in forra con AIC

Stasera, mercoledi 24 Maggio, dalle ore 21:30, consueto incontro infasettimanale nella sede del gruppo speleologico CSI Specus, sita a Selargius in via Meucci nr.10, per parlare di interessanti giri d’Italia in forra, unitamente al nostro amico Guido Biavati, istruttore nazionale dell’Associazione Italiana Canyoning (AIC) nonché responsabile per la Sardegna del Soccorso Alpino Speleologico, Sezione Forre, che ci parlerà della sue esperienze nella pratica del torrentismo.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Canyoning, Sardegna

L’ingresso della Mammouth Cave acquistato da un Ente di conservazione delle grotte

L’ingresso “Daleo” della Mammouth Cave è diventato proprietà della Southeastern Cave Conservancy, Inc.
La Mammouth Cave, negli USA, è il più grande sistema carsico del mondo. E’ possibile finanziare l’attività delle organizzazioni di conservazione a questo link: https://www.send2press.com/wire/southeastern-cave-conservancy-inc-purchases-the-daleo-entrance-to-mammoth-cave/
La notizia è segnalata da Jean-Claude Thies, della Commissione di protezione delle grotte (European Cave Protection Commission) della federazione Speleologica Europea.
la domanda è: Quante grotte protette abbiamo in Europa?

Info from NCKRI Newsletter:
Mammoth Cave Entrance Now Owned by SCCI
The Southeastern Cave Conservancy, Inc., has purchased the Daleo Entrance to the Mammoth Cave System, Kentucky, USA. This is the only entrance outside of Mammoth Cave National Park owned by a conservation organizations and includes 88 acres of protected land. For more information and to financially contribute to support this purchase, visit https://www.send2press.com/wire/southeastern-cave-conservancy-inc-purchases-the-daleo-entrance-to-mammoth-cave/.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Ambiente, Notizie dall'estero, Turismo in Grotta

Diversamente Speleo alle Grotte di Pertosa, com’è andata

SUCCESSO PER L’INIZIATIVA DIVERSAMENTE SPELEO ALLE GROTTE DI PERTOSA
Domenica 21 maggio 2017 alle Grotte di Pertosa si è rinnovato il momento magico in cui gli speleologi incontrano i diversamente abili per condividere l’esperienza di una uscita in grotta in amicizia.
Nonostante la pioggia copiosa e incessante che si è abbattuta sui luoghi interessati da “Diversamente Speleo” per l’intera mattinata, questa edizione ha visto la partecipazione di circa 200 persone tra disabili, accompagnatori e volontari. I partecipanti, divisi in squadre, si sono alternati tra la visita al sito ipogeo e al vicino Museo del suolo.
Gli speleologi campani insieme a volontari di diverse associazioni hanno accompagnato in grotta i diversamente abili, in particolare sollevando le carrozzine nei tratti di percorso turistico inaccessibile per chi ha problemi motori.

Si aggiunge quindi anche questa esperienza alle innumerevoli uscite Diversamente Speleo che si svolgono ormai da diversi anni in molte regioni italiane, grazie all’azione degli speleologi e di molte associazioni di volontariato che supportano questo tipo di attività.

Il prossimo appuntamento Diversamente Speleo è a Giugno alle Grotte di Falvaterra: altri speleologi, altre associazioni, altri diversamente speleologi si ritroveranno in amicizia!

Siete tutti invitati a partecipare a tutti gli appuntamenti di Diversamente Speleo!
http://www.diversamentespeleo.org/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Campania, Diversamente Speleo

Narni Sotterranea presenta oggi in Comune la ricostruzione virtuale dei Sotterranei di San Domenico

Presentazione della Narni Sotterranea Virtuale

Sotterranei San Domenico a Narni

Narni Sotterranea

Nel corso degli anni, dalla prima scoperta dei Sotterranei di Narni Sotterranea ad opera del Gruppo Speleologico UTEC NARNI nel 1979, le modalità di fruizione dei Sotterranei di San Domenico a Narni da parte di speleologi e pubblico è cambiata moltissimo: si è ampliata, si è creata una associazione Narni Sotterranea per la fruizione turistica, con l’aggiunta di servizi aggiuntivi, con l’aggiornamento dello stato dell’arte delle ricerche storiche, di archivio e archeologiche effettuate sul campo proprio dentro i sotterranei di San Domenico, o nella chiesa sovrastante.

Le ricerche e gli ampliamenti ai Sotterranei di Narni Sotterranea vengono finanziati con i proventi delle visite guidate e a lavorarci sono sostanzialmente volontari.
L’ultima attrazione dei Sotterranei di San Domenico a Narni, realizzata dall’associazione Narni Sotterranea, verrà presentata oggi in Comune di Narni alle ore 17:00 e si tratta della presentazione virtuale dei sotterranei.
Finanziatore mecenate del progetto di ricostruzione virtuale questa volta è Luis Apperti, industriale messicano capitato in visita guidata che è rimasto particolarmente colpito e promise un aiuto.
A realizzare tecnicamente la visita virtuale di Narni Sotterranea è stata la ditta Mymax Edutainment, una società di produzione audiovisiva indipendente, specializzata nella realizzazione di effetti speciali in computer grafica animata.
I Sotterranei di San Domenico a Narni sono stati oggetto anche di un recentissimo restauro di una parete affrescata della chiesa ipogea, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell?Umbria.
Oggi pomeriggio alle ore 17 presso la sala consigliare del Comune di Narni ci sarà la presentazione delle prime ricostruzioni grafiche, in collegamento via Skype con il munifico messicano che illustrerà le ragioni del suo gesto, durante la quale verrà indicato il giorno dell’inaugurazione.

MYMAX EDUTAINMENT che suona un pò come Rieducational Channel, tra il 2003 e il 2013 ha realizzato le sigle televisive e gli effetti grafici di Voyager, programma RaiDue di Roberto Giacobbo (Dio ci salvi dai contenuti di questa trasmissione, ma almeno tecnicamente siamo sicuri della qualità).
Produce documentari storici per e con le Soprintendenze archeologiche italiane tra le quali la Sovraintendenza per i Beni Culturali di Roma Capitale per la quale ha realizzato le documentazioni filmiche dei lavori di studio e ricerca dell?Area Sacra di Largo Argentina. Realizza inoltre filmati industriali istituzionali e tecnici.
La realizzazione della ricostruzione virtuale della chiesa ipogea di Narni Sotterranea si inserisce nel filone di attività della società che riguarda appunto, le ricostruzioni virtuali di edifici del mondo antico, che caratterizza un importante filone di produzione dell?azienda nella collaborazione con enti del mondo dei beni culturali.
A questa produzione stanno lavorando Luigi Cammuca, esperto di attività informatiche applicate alla realizzazione di effetti speciali per il cinema e l?audiovisivo, e Micaela Della Siria, montatrice video e operatrice specializzata Motion Graphics. I rilievi sono stati effettuati in collaborazione con Valentina Rosatelli dell?ufficio tecnico comunale.

Maggiori info per le visite ai Sotterranei di San Domenico con Narni Sotterranea
http://www.narnisotterranea.it/sotterranei/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Archeologia, Architettura, Speleologia urbana, Turismo in Grotta, Umbria

Convegno a Roma per la Giornata delle Miniere

27 maggio 2017

“Miniere, tra passato, presente e futuro”

In occasione della “IX Giornata Nazionale delle Miniere” il Museo di Arte e Giacimenti Minerari a Roma organizza l’evento dal titolo “Le miniere tra passato, presente e futuro”.
Interverrà il giornalista RAI Osvaldo Bevilacqua, ideatore e conduttore del programma televisivo “Sereno Variabile”. Saranno proiettati alcuni filmati di siti minerari tra i più importanti in Italia e in Europa, contenenti affascinanti immagini d’epoca.
Seguirà un intervento della Prof.ssa Silvia Serranti dal titolo “Urban mining: la città miniera del futuro”, in cui si illustrerà come il recupero delle materie prime, quali i metalli rari e preziosi, dagli scarti prodotti nelle aree urbane rappresenti l’alternativa sostenibile allo sfruttamento delle risorse non rinnovabili.
In chiusura Jacopo Ibello, presidente dell’Associazione “Save the industrial heritage” presenterà la mostra fotografica “Wasteland – Viaggio tra i paesaggi minerari” a cura di Isabèl Gollin, organizzazione del Museo di Arte e Giacimenti Minerari in collaborazione con il Museo dell’Arte Classica, che sarà inaugurata alle ore 19:00 presso il Museo dell’Arte Classica.
Durante l’evento si svolgeranno un intermezzo a cura di “Theatron. Teatro antico alla Sapienza” dal titolo “Efesto e i metalli” e una Performance di lettura e interpretazione di frammenti di testi estratti dalla letteratura mineraria a cura di Azzurra Lochi e Anonima Sette.

Sabato 27 maggio ore 17:30 Aula Odeion – Museo dell’Arte Classica
P.le Aldo Moro, 5 – 00185 Roma
SABATO AL MUSEO – Il maggio museale della Sapienza
Edizione 2017

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Appuntamenti, Archeologia, Convegni, Lazio, Speleologia urbana

“Fuori dal buio” a Radio 2


La scorsa sera a Radio2 nel programma serale “Pascal” le avventure di due speleologi che affrontano uno dei passaggi più tosti in una delle grotte più toste della Sardegna.

per ascoltare il racconto:

http://pascal.blog.rai.it/2017/05/19/180-fuori-dal-buio-190517/

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Esplorazioni, Racconti, Sardegna

GIORNATA NAZIONALE DELLE MINIERE – Roccamorice (PE) – Domenica 28 maggio 2017

28 maggio 2017
17:00a19:00

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Abruzzo, Appuntamenti, Convegni, Dalle Regioni, Esplorazioni e Scoperte, Eventi Speleo, Mostre

GIORNATA NAZIONALE DELLE MINIERE – Lettomanoppello (PE) – Sabato 27 maggio 2017

27 maggio 2017
09:00a16:00

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Abruzzo, Appuntamenti, Convegni, Dalle Regioni, Eventi Speleo, Trekking

Nelle Stufe di San Calogero nel Monte Kronio con il drone – Roba da la Venta, su Sky

Speleologia, tecnologia ed esplorazione spaziale… gli elementi fondamentali del programma Esa_caves.
Durante il week end scorso, un team composto da membri de La Venta, Commissione Grotte “EUGENIO BOEGAN” (CGEB – TS) di Trieste, i ragazzi di Flyability e con l’importante partecipazione dell’astronauta dell’ESA, l’italiano Luca Parmitano, hanno aggiunto un altro piccolo tassello alla geografia sotterranea della Grotta della Cucchiara a Sciacca (Ag).
La particolarità delle Stufe di San Calogero e delle grotte limitrofe è sicuramente l’ambiente estremamente ostile, temperature altissime, davvero difficile realizzare una esplorazione “umana”.
Per questo il Team La Venta, in collaborazione con la Boegan di Trieste, è andata a cercare un drone. L’esplorazione delle grotte con droni probabilmente porterà molte novità nel breve periodo, in quanto le agenzie spaziali mondiali stanno sperimentando droni in grado di esplorare cavità sotterranee, importantissime qunado l’umanità compirà il balzo verso Marte, che con i suoi tubi di lava potrà ospitare i primi uomini, ma tutto fa pensare che il primo esploratore delle grotte di MArte sarà un drone, e la tecnologia aiuterà anche gli speleologi terrestri per prospezioni in luoghi un tempo impensabili.
Ecco il servizio andato in onda su Sky-TG24:
http://video.sky.it

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Esospeleologia, Esplorazioni, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Video You Tube, web tv

Fauna nel buio. La biospeleologia nel Carso goriziano

26 maggio 2017
20:30a22:30

All’interno del ciclo di conferenze “Serate in compagnia di..” organizzato dalla Federazione Speleologica Isontina con il patrocinio del Comune di Gradisca d’Isonzo (GO) attraverso il suo Assessorato alla Cultura, il Jamarski Klub Kraski Krti / Gruppo Speleologico Talpe del Carso organizza la serata “Fauna nel buio. La biospeleologia nel Carso goriziano”. L’evento si svolgerà venerdì 26 maggio 2017 alle 20.30 presso il Palazzo Monte di Pietà di Gradisca d’Isonzo (GO) in via Dante Alighieri, 29.
Grazie al racconto di Giacomo Canciani, laureato in biologia evoluzionistica e biospeleologo del JKKK, verrà ripercorsa la storia recente della ricerca biospeleologica nel Carso goriziano e si scopriranno con bellissime immagini quali interessanti creature si sono adattate a vivere negli angoli più nascosti e meno ospitali di questo territorio, le grotte, un ambiente ancora oggi poco conosciuto e poco studiato.
La partecipazione alla serata è libera e gratuita. Invito esteso a tutti.
La-biospeleologia-nel-Carso-Goriziano

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Altre Notizie, Appuntamenti, Biospeleologia, Friuli Venezia Giulia