La riunione del Venerdì

E’ nostro piacere informarti che domenica 22 aprile si svolgera’ una passeggiata guidata, a cura del gruppo speleologico UTEC NARNI, da Narni al Ponte Cardona.
La recente ristrutturazione del Ponte dell’Acquedotto romano della Formina da parte della Soprintendenza Archeologica dell’Umbria e della Scuola Edile di Terni ha fatto si che il monumento risulti piu’ accessibile e meno deteriorabile.
Il nostro gruppo speleologico, come primo “riscopritore” dell’opera e fautore dei successivi studi e approfondimenti, intende organizzare la passeggiata in occasione della festa di Maggio, nel ventesimo anniversario della fondazione della Commissione Nazionale delle Cavita’ Artificiali, il cui catasto e’ attualmente ubicato presso la Torre di S. Bernardo a Narni e gestito dall’UTEC.

Confermo che anche l’Ente Corsa all’Anello inserira’ la passeggiata nel programma della Corsa all’Anello, almeno secondo le ultimissime voci di corridoio.

La partecipazione alla manifestazione e’ libera, tuttavia gradiremmo ricevere prima una tua conferma, infatti per problemi organizzativi sarebbe meglio sapere quante persone potrebbero venire. Comunque chi vuole puo’ aggregarsi all’ultimo momento…

Il ritrovo del partecipanti e’ previsto per il giorno 22 aprile alle ore 8.30 presso i Giardini di S. Bernardo, vicino la sede dell’UTEC e di fronte all’ingresso dei Sotterranei di S.Domenico, facilmente identificabili grazie ai segnali turistici.

La partenza e’ improrogabilmente prevista per le ore 9.00.

Il percorso si snoda lungo i tre terzieri di Narni tra le vie imbandierate a festa, tocca la Rocca Albornoz, il Ristorante Il Minareto (ex Villa Martinori), il Ristorante Il Montagnone e Ponte Cardona, attualmente identificato come centro geografico d’Italia, transitando per lunga parte sul tracciato dell’acquedotto romano della formina, offrendo la possibilita’ di vedere numerose opere dell’acquedotto, quali bocchette, prese, fontane e ponticelli.

Il ritorno a Narni e’ previsto per l’ora di pranzo.

Il sentiero e’ abbastanza lungo e non presenta difficolta’ notevoli, i camminatori piu’ pigri potranno aspettarci comodamente al Ristorante Il Montagnone intorno alle ore 10-10.30 per effettuare la parte centrale della gita.
La partenza dal Montagnone e’ consigliata anche ai disabili che volessero partecipare, infatti il sentiero dal ristorante al Ponte Cardona, interamente sviluppato sopra l’acquedotto, puo’ essere percorso anche in carrozzella e tuttavia costituisce la parte piu’ suggestiva dell’escursione.
Ulteriori informazioni riguardanti il sentiero e i monumenti interessati sono disponibili al sito http://www.utec.speleo.it/trekrocca.htm
ma molte altre informazioni su Narni, sui sotterranei di S.Domenico, sulle cavita’ artificiali e sul nostro gruppo sono disponibili all’interno del sito http://www.utec.speleo.it .
Oltre a queste informazioni, il sito è dotato di un motore di ricerca interno che facilita la consultazione, e’ inoltre possibile scambiarsi opinioni a carattere speleologico all’interno del forum http://pluto.beseen.com/boardroom/a/53782/ , possiede un’area chat http://mercury.beseen.com/chat/rooms/g/19358 e da’ la possibilita’ di inviare SMS gratuiti a cellulari dalla pagina http://www.utec.speleo.it/comunicazione.htm

Dopo la passeggiata, chi proviene da fuori Narni trovera’ numerose possibilita’ di svago, infatti la citta’ durante la festa offre scorci stupendi con rievocazioni medioevali e spettacoli folcloristici a tema, inoltre sara’ sicuramente possibile visitare a pagamento i Sotterranei di S.Domenico e della Madonna in Pensole, tramite l’associazione Subterranea.

Ti invitiamo gia’ da adesso a partecipare e a dare massima divulgazione alla notizia.

Cordiali Saluti
Andrea Scatolini
Gruppo Speleologico UTEC NARNI

Il gruppo speleologico, in collaborazione con Subterranea, effettua anche visite guidate all’interno dell’acquedotto, ma e’ necessario contattarci prima per fissare una uscita e determinare la disponibilita’ di accompagnatori, inoltre la visita non e’ delle piu’ comode, in quanto l’ambiente e’ praticamente “speleologico”, con acqua, a volte fino all’addome, spazi molto angusti, buio, pipistrelli ecc…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.