E’ giovedì 23 luglio, sono le ore 17,00 e registriamo una temperatura di 35° circa.
Il Gruppo Speleologico Vespertilio – CAI Bari con la collaborazione del Gruppo Puglia Grotte di Castellana G. (Ba) ha organizzato una escursione “Diversamente Speleo” per conto dell’Associazione “Dalla Luna” di Bari presso il complesso ipogeo “Masseria Fenicia Cazzolla” (conosciuto anche come Arco di Cammarata 1) nel territorio comunale di Palese (Ba).

foto di gruppo

Il Casale storico di origine medioevale risalente approssimativamente al X-XI secolo d.C. è inserito nelle vicinanze del Parco Naturale Regionale “Lama Balice” ed è sito di grande interesse poiché riserva curiosità architettoniche uniche.
La masseria è costruita da più corpi di fabbrica ad un solo livello. La struttura portante è in muratura di tufo sormontata da tetti a spiovente e voltati a botte. Spicca tra gli elementi architettonici, oltre alle aperture ad arcate a tutto sesto, un piccolo campanile a vela e una voliera in muratura. Nella masseria, all’interno di uno dei vani, sono state rintracciate su un leggero strato di intonaco, alcune scritte risalenti al periodo post-bellico della seconda guerra mondiale. L’ipogeo Cammarata, prende il nome dall’antico Casale, depredato più volte e abbandonato nel XV secolo, rientra nella tipologia dei grandi Complessi Ipogei di Bari. Questo complesso ipogeo ha subito notevoli manomissioni. L’originario nucleo medievale dell’ipogeo è stato ampliato e utilizzato in epoche successive. È possibile ancora individuare le caratteristiche architettoniche, presenta diversi accessi con un susseguirsi di vani disposti intorno ad un criptoportico con le sue finestre strombate ed un grande laboratorio per le attività agricole.
A condurre la visita è stato Sergio Chiaffarata che, oltre che speleologo del G.S. Vespertilio, è guida turistica autorizzata della Regione Puglia. Tra le sue funzioni è quella di consigliere del Sindaco di Bari per gli ipogei e gli insediamenti rupestri; Sergio ricopre la carica di Presidente dell’Associazione del Centro Studi Normanno-Svevi con sede al Palazzo Ateneo – Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Laureato in didattica della storia. Esperto del paesaggio storico: rurale ed urbano, e degli insediamenti rupestri e dei complessi ipogei.
Ermanno e Fabrizio
I protagonisti questa volta sono stati 5 ragazzi autistici che con entusiasmo e dinamismo hanno impegnato gli accompagnatori e l’instancabile e paziente Sergio sempre pronto a catturare l’attenzione della platea in movimento.
Il ringraziamento al Sig. Nicola Volpicella, proprietario della Masseria Fenicia, per aver autorizzato l’accesso.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.