Dopo 20 anni raggiunto il sifone terminale grazie al lungo periodo di siccità

Puglia – Esplorazione speosubacquea del lago sifone terminale della Grava di Pasciuddo a Cassano Murge – 13 luglio 2022.

Approfittando dell’attuale periodo di siccità per ritornare al fondo della grotta, Il 2 luglio 2022 dopo circa 20 anni dall’ultima discesa integrale, alcuni speleologi pugliesi hanno oltrepassato una zona semiallagata e sono riusciti a rivedere il lago sifone, a -110 m di profondità e a individuare una possibile prosecuzione subacquea.
L’esplorazione speleosub si è svolta nella notte tra il 13 e 14 luglio.

La Grava di Pasciuddo è una interessantissima cavità con un importante potenziale esplorativo, la cui esplorazione e documentazione si deve al CARS di Altamura.

Questa grotta é stata percorsa fino al fondo solo pochissime volte per la presenza di lunghi tratti allagati, il primo è già a poche decine di metri dalla base dello spettacolare pozzo di accesso.
La grotta è stata attrezzata per l’incontro “Raccontiamo Speleologia”, svoltosi ad Altamura dal 30 giugno al 3 luglio, e proprio in questa occasione gli speleologi del CARS si sono accorti che i primi sifoni erano liberi.
Entrati in grotta verso le 21,30 di mercoledì 13 luglio, gli speleologi hanno raggiunto il fondo della grava alle 23,00 circa. Dopo la vestizione e tutti i preparativi di rito, Antonio Alba si è immerso imboccando la galleria allagata intravista poche settimane prima.
La condotta sommersa, larga 2 m ed alta 3 m, si allunga, grossomodo rettilinea, in direzione 60°E per 35 m conservando una quota media di -8 m rispetto al pelo libero dell’acqua del lago sifone; dopo 35 m un camino risale fino al di sopra della superficie libera; Antonio, confidando di avere trovato l’uscita del sifone è risalito riemergendo in una bolla d’aria.

Lo speleosub ha ripreso profondità per ricercare la probabile prosecuzione in basso, sulla direttrice principale della galleria, ma la visibilità ormai ridotta ha compromesso la possibilità di continuare l’esplorazione.
Uscendo, Antonio Alba ha perlustrato tutto il perimetro del lago sifone, per conferma che quella appena esplorata è la sola prosecuzione subacquea. Le attività si sono concluse alle 2 di giovedì 14 luglio.

Su Facebook, nella pagina della Federazione Speleologica pugliese, il video dall’esplorazione e i particolari con i partecipanti e i loro gruppi speleo: https://www.facebook.com/fedspeleopuglia/videos/904126560512415/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.