SEOUL — L’Agenzia sudcoreana per lo sviluppo degli armamenti ha completato la costruzione di un robot in grado di esplorare in autonomia grotte e tunnel sotterranei.

Scansione 3D del robot sud coreano
Un nuovo robot può esplorare i tunnel sotterranei senza informazioni topografiche, rilevando i rischi e generando una mappa 3D dell’area di esplorazione, afferma un’agenzia della Corea del Sud. (Per gentile concessione dell’Agenzia per lo sviluppo della difesa della Corea del Sud)

SEOUL — L’agenzia per lo sviluppo degli armamenti della Corea del Sud ha completato la sua ricerca applicativa sulla tecnologia robotica per l’esplorazione autonoma di tunnel sotterranei. Il prototipo ha esplorato mappato e rilevato una grotta di un chilometro e mezzo senza l’uso di GPS, ricostruendo l’ambiente in 3D e identificando possibili pericoli e minacce. Il robot può ricevere anche comandi da un telefono cellulare per modificare le specifiche della missione in corso.

L’Agenzia per lo sviluppo della difesa della Corea del Sud il 21 giugno ha annunciato che negli ultimi tre anni ha condotto ricerche in collaborazione con l’esercito americano per la realizzazione di un robot in grado di esplorare autonomamente un tunnel. , in collaborazione con il Ground Vehicle System Center, che fa parte del Combat Capabilities Development Command dell’esercito americano.

“L’agenzia coreana e il Ground Vehicle System Center, che fa parte del Combat Capabilities Development Command dell’esercito americano, hanno realizzato interfacce e formati di dati comuni, sviluppando il proprio robot con sistemi e relativi software.

Il robot sud coreano in grado di esplorare i tunnel sotteranei in autonomia

Attraverso la propria ricerca e sviluppo, l’agenzia ha progettato e prodotto un robot modulare in collaborazione con Hanwha Defense, un appaltatore locale della difesa.
Il robot può esplorare i tunnel sotterranei senza informazioni topografiche, rilevando i rischi e generando una mappa 3D dell’area di esplorazione.
Può anche ricevere modifiche per svolgere diverse missioni ed è dotato di software basato sull’intelligenza artificiale per funzioni di riconoscimento, analisi ed esplorazione.

Inoltre, un singolo operatore può controllare il robot da remoto con un telefono cellulare o un tablet, consentendo all’utente di maneggiare più sistemi contemporaneamente.

“Anche nelle grotte e nelle strutture sotterranee in cui i segnali GPS non possono essere ricevuti, un robot con tecnologia ATE (esplorazione autonoma del tunnel) è in grado di condurre la guida autonoma ed esplorare aree senza informazioni preliminari”, ha affermato l’agenzia.

Durante la ricerca sull’applicazione, un prototipo di robot è riuscito a esplorare una grotta di 1,5 chilometri, riconoscendo vari tipi di oggetti pericolosi, rilevando aree contaminate e creando una mappa 3D ad alta risoluzione.

L’agenzia prevede di utilizzare la tecnologia per lo sviluppo dei sistemi nel prossimo decennio. Sul suo sito web, l’agenzia descrive i “futuri campi di battaglia” in cui la piattaforma effettuerà missioni di ricognizione in grotte e strutture pericolose, invece di un essere umano.

La Corea del Sud e la Corea del Nord tecnicamente rimangono in guerra dal 1953, grazie a una tregua piuttosto che con un trattato di pace.
Negli anni ’70, sono stati trovati lungo il confine quattro tunnel sotterranei, identificati come reti nordcoreane. Da allora non ci sono stati nuovi rilevamenti.

“Una volta schierato sul campo, il robot ATE condurrà missioni per garantire la sicurezza dei combattenti durante le operazioni sotterranee e la guerra urbana e aumentare in una certa misura l’efficienza operativa”, ha affermato un portavoce dell’agenzia. “Nel settore privato, il robot può essere distribuito in luoghi di difficile accesso, come siti di disastri e impianti di centrali nucleari”.

Fonte: https://www.defensenews.com/unmanned/2022/06/24/south-korea-develops-robot-for-autonomous-tunnel-exploration/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.