Dal 6 al 10 agosto 2012, una squadra composta da Toddy Wälde, Hubert Zistler, Manne Reise e Jogi Decker affronta l’esplorazione del sifone 3 nella grotta del bel Torrente e rilievo passaggio tra sifone 2 e sifone 3.

La squadra, con assistenza di Rick Stanton, nel 2010 ha superato il sifone 2 (“multi teco”). Nel 2011 a causa delle cattive condizioni del mare l’esplorazione non ha avuto luogo.

DIARIO DELL‘ESPLORAZIONE

domenica 5 agosto 2012
Arrivo in Sardegna, preparazione materiale

lunedì 6 agosto 2012
Il primo tentativo di esplorazione, viene abbandonato a causa del mare (mare mosso, onde oltre 1 metro)

martedì 7 agosto 2012
Mare perfetto! Incontro alle ore 5.30 di mattina.

Alle ore 8 inizio immersione nel sifone 1. In 40 minuti 1’200 metri (mass. Prof. 44m) sono superati. Inizio trasporto materiale fino al sifone 2. Il passaggio tra i due sifoni e lungo ca. 150 metri.
A mezzogiorno Toddy, Hubert e Manne iniziano l’ immersione nel sifone 2 (-63m, ca. 700m). Jogi si ferma nella parte aerea a cercare “animaletti” per il nostro biologo.

Il sifone 2 è di dimensioni enormi. Alcuni cunicoli hanno dimensioni di 10 metri, ci sono due enormi pozzi. Nel secondo pozzo (da -12 a -63 metri) ci sono alcuni cunicoli laterali non ancora esplorati.
Il lago interno del sifone 2 ha un diametro di ca. 20 metri. E’ coperto di schiuma bianca-marrone e viene battezzato Lago Ichnusa. Per uscire dall’acqua bisogna superare una duna di sabbia flottante.

L’ambiente si fa subito enorme. La galleria che porta fino al sifone 3 é lunga 540 metri con un punto alto 26 metri sopra il livello dell’acqua del sifone 2. Il livello d’acqua del sifone 3 si trova 5 metri sopra quello del sifone 2.

Per il materiale di un subacqueo (Toddy) i tre impiegano più di due ore. Il sifone 3 si trova ai piedi di un pozzo verticale di 13 metri.
Intorno alle ore 17 Toddy inizia l’immersione esplorativa. Viene utilizzato un rebreather CCR laterale SF2. E’ ideale in questi ambienti perché pesa soltanto 14 kg.

Il lago 3 è ellittico e ha dimensioni di 4×5 metri. Sott’acqua si presentono diverse diramazioni, non ancora esplorate.
Dopo ca. 100 metri di progressione e con una massima profondità di 17 metri Toddy arriva in una nuova zona aerea. Visto la lunghezza della via di ritorno a questo punto la squadra torna indietro. Uscita dalla grotta intorno a mezzanotte, rientro nel porto ore 1.00 sotto le stelle.

mercoledì 8 agosto 2012
Giorno di riposo e manutenzione attrezzature.

giovedi 9 agosto 2012
Incontro di nuovo alle ore 5.30. Oggi esplorazione con due squadre separate. Jogi e Manne vanno a verificare la topografia nel sifone 1. Hubert e Toddy vogliono rilevare la parte aerea tra sifone 2 e sifone 3 e effettuare un’immersione in una vasca allagata vicino al Lago Ichnusa.

8.30 inizio immersione nel sifone 1. 9.00 arrivo nel passaggio S1-S2. 9.30 inizio immersione nel sifone 2. 10.00 arrivo nella parte aerea dopo sifone 2. 10.15 Hubert si immerge nella vasca allagata. Si presentono subito diramazioni. La prima dopo ca. 5 metri porta in un’altra parte aerea con un piccolo cunicolo forzato in salita. Dopo 15 metri un’altra diramazione. Una rampa di sabbia sembra portare in superficie, un cunicolo grosso si collega col cunicolo principale del sifone 2. Da verificare nuovamente nel 2013.

Inizio del rilievo con impiego di Leica DistoX, Pocket Topo e PDA. In meno di 5 ore viene effettuato un rilievo tridimensionale fino all’inizio del sifone tre, in totale di 540 metri di grotta. Questa parte della grotta è orientata in direzione Sud-Sud-Ovest e sembra mirare verso la Cala Sisine.

Si comincia il rientro. Tutto il materiale (salvo armi e corde) viene recuperato. Alle ore 21 l’ultimo esce dalla grotta.

venerdi 10 agosto 2012
Ripristino del materiale e elaborazione risultati con Visual Topo. Discussione con gli amici Maria Masuri e Leo Fancello.

sabato 11 agosto 2012
Ritorno dei componenti della squadra in Svizzera e Germania.
Si continuerà nel 2013. Gli obiettivi futuri sono:
– Completare il rilievo del sifone 1
– Completare il rilievo della parte aerea tra sifone 1 e 2
– Completare il rilievo del sifone 2
– Eseguire test di colorazione in collaborazione con gruppi speleo locali
– Esplorare i cunicoli inesplorati nel sifone 2 (con rilievo)
– Esplorare i cunicoli della parte aerea tra sifone 2 e 3 (con rilievo)
– Rilievo del sifone 3
– Esplorare i cunicoli inesplorati nel sifone 3 (con rilievo)
– Esplorare i cunicoli asciutti oltre il sifone3 (con rilievo)
– Possibilmente scoprire altri sifoni (4, 5, 6, 7,…)

Hubert Zistler
www.wedir.ch

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.