Dal 9 al 24 Agosto si è svolto in Grigna (Lecco) il campo estivo speleologico organizzato da INGRIGNA! Quest’anno il maltempo ha influenzato le attività del campo perché su 16 giorni di campo ho contato solo 3 giorni senza pioggia e peraltro non consecutivi… Non è stato dunque possibile fare punte in profondità e sono state concluse alcune attività in corso.
A Topino e Le Giostre è stato esplorato un ramo laterale a -100m lungo una settantina di metri denominato “Curva a Sinistra, Curva a Destra”, il cui nome (si veda la traduzione polacca della prima parola) è ben esplicativo della partenza del ramo nel fango liquido. È stato poi completato il disarmo sino a -50m, dove invece è ancora presente il ramo attivo da disostruire e che punta al Complesso del Releccio. Lo sviluppo supera ora i 3.2 km.
Alla Voragine di oltre m40 presso l’Ometto del Bregai sono stati esplorati alcuni brevi rami laterali nella zona a -150m ed è stato completato il disarmo.
A W Le Donne è stato effettuato un traverso sopra Utopia (-300m) ed esplorato un breve meandro terminante sotto camino.
Sono poi state effettuate alcune calate in parete nella zona della Bocchetta del Guzzi dove sono state esplorate tre nuove grotte: Cengia Selvaggia (-30m), Humphrey Bogaz e Pozzo del Nido.
Humphrey Bogaz, il cui ingresso si apre sul bordo di un bogaz in parete, ha richiesto una calata di oltre 100m. La grotta si sviluppa con una serie di pozzi (15, 12, 4, 40 e 10m) intervallati da stretti meandri e termina per ora a -110m alla partenza di un pozzo stimato di 50m. Circolazione d’aria netta.
Il Pozzo del Nido presenta un pozzo di 5m iniziale con tre ingressi, a cui segue uno stretto meandro di 20m, un altro pozzo di 5m seguito da uno di 10m. Siamo poi giunti su una forra con sotto un bel pozzo, che inizialmente avevamo stimato essere di una cinquantina di metri. Dopo 60m di calata abbiamo misurato con il Distox che alla base ne mancano ancora 32m… Si intravede un grosso ambiente e la grotta alla base del pozzo supererà anch’essa la soglia dei -100m.
Durante un giorno di revisione di grotticelle presso il Gerone – Zucchi del Nevaio è stato osservato che il tappo di neve a -2m della Lo Lc 1887 era notevolmente calato… Dopo uno scivolo di una trentina di metri in neve sotto ad una paurosa frana iniziale, si è giunti su un ampio pozzo, sceso l’ultimo giorno di campo. La parte verticale del pozzo è di circa 50m e sono presenti numerose cascate di ghiaccio che confluiscono nel pozzo, tra le quali quella centrale al pozzo, alta oltre 25m e larga una decina. Il pozzo conduce in una splendida sala con lago ghiacciato che misura circa 20x20m e dove confluiscono altre cascate di ghiaccio. Una breve galleria porta ad un pozzo ghiacciato di 25m sceso solo per una decina di metri. Anche qui siamo già prossimi al superamento dei -100m.
Tra le battute esterne in parete occorre annoverare anche il raggiungimento della vetta sopra Topino e Le Giostre, dalla quale ci si è poi calati per raggiungere alcuni brevi buchi in parete. Fuggiti poi dalla parete sotto il temporale (tanto per cambiare)!
Si è poi ripartiti con il riarmo di abissi già noti. L’Abisso Orione è attualmente riarmato sino a -250m circa ed è stato concluso un breve traverso nel primo tratto. All’Abisso Maestro Splinter per ora si è giunti sino a -280m circa.
Sono poi state rivisitate e in parte rilevate (dove non era già presente il rilievo o si è trovata una prosecuzione) altre 20 grotte già conosciute ed esplorate alcune cavità secondarie. Contestualmente si è proseguita l’attività di documentazione mediante fotografie e video delle grotte e posizionamento con GPS degli ingressi.
Nella pagina Facebook di INGRIGNA! trovate un po’ di foto e video. https://www.facebook.com/groups/265803573479880/
Hanno partecipato al campo: Gruppo Grotte CAI Busto Arsizio, Gruppo Grotte Milano CAI SEM SSI, Gruppo Grotte CAI Novara, Gruppo Grotte Saronno CAI SSI, Gruppo Speleologico Bergamasco Le Nottole, Speleo Club CAI Erba, Speleo Club Orobico, Speleo Club Ribaldone CAI Genova, SpeleoKlub Warszawski (Polonia).
Ciao
Andrea Maconi
INGRIGNA!

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.