Ci troviamo in provincia di Salerno e precisamente nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Monti Alburni, al centro del massiccio carsico tra i Comuni di Petina, Corleto Monforte e Sant’Angelo a Fasanella.
E’ dove è iniziato il campo speleologico “Monti Alburni – edizione 2017″ organizzato dalla Federazione Speleologica Campana che nell’ultimo giorno utile si è forzato il passaggio che ha portato alla scoperta della nuova grotta.
E’ il risultato di varie puntate di scavo e di un serio e duro impegno da parte di tanti speleologi diversi per provenienza ed esperienza accomunati dalla fede e dalla speranza di trovare nuovi ambienti in quella ristretta area in cui, da tempo, non si registrano rinvenimenti importanti.
E’ nato così l'”Abisso Collettivo dei Piani Aresta” dedicato alla memoria di Mario Matrella e Fabio Iovino, amici ancorché speleologi, che in tempi remoti hanno speso tempo della loro vita in quest’area singolare del territorio campano.
Leggi il comunicato ufficiale.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.