L’evento darà il via alla realizzazione del Parco Minerario Alta Valsugana e Bersntol, un progetto per la messa in rete delle iniziative di valorizzazione del patrimonio storico culturale a tema minerario dell’Alta Valsugana e della valle dei Mocheni: Museo delle miniere di Vignola, il Museo Pietra viva di Sant’Orsola Terme, l’Ecomuseo Argentario, la Gruab va Hardimbl di Palù del Fersina e il Parco minerario di Calceranica.

Anche il Comune di Pergine Valsugana ha aderito al progetto, sostenuto e coordinato dalla Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol, con l’intento di promuovere la valorizzazione della tradizione mineraria del centro storico di Pergine e degli edifici dell’antico distretto minerario del secolo XV.

Una due giorni per grandi e piccoli con laboratori, stand gastronomici, musica ed eventi culturali che sarà anche l’occasione per mettere in vetrina le attività proposte dalle Associazioni impegnate nella valorizzazione della storia mineraria dell’antico Distretto di Pergine. Le stesse Associazioni hanno aderito al progetto di parco minerario nella convinzione di poter migliorare la qualità dell’offerta turistica dotandosi di uno strumento di coordinamento e di un piano di sviluppo orientato alla definizione di una proposta innovativa per l’espressione del potenziale turistico del patrimonio geominerario dell’Alta Valsugana e Bersntol.

Il progetto punta infatti alla definizione di un geoparco a tema minerario per proporre, facendo leva sulla partecipazione alle reti nazionali e internazionali, il territorio dell’Alta Valsugana e Bersntol come meta geoturistica e come laboratorio per la divulgazione delle scienze della terra.

Un geoparco è un territorio che possiede un significativo patrimonio geologico ed una strategia di sviluppo sostenibile e la gran parte dei siti presenti nel suo territorio deve appartenere al patrimonio geologico, ma il loro interesse può anche essere archeologico, ecologico, storico o culturale.

Un portale web, una mappa con gli itinerari dedicati alla fruizione delle bellezze del territorio e la narrazione (storytelling) a tema geominerario saranno i primi prodotti che il progetto Parco minerario dell’Alta Valsugana e Bersntol metterà in campo per lo sviluppo turistico e culturale di un territorio che affonda le radici nel passato della sua storia mineraria ma guarda al futuro con rinnovato interesse per la riscoperta, anche in chiave geoturistica, delle proprie (geo)risorse ambientali e culturali.

Costo del biglietto euro 2,50, ma solo per gli adulti, perché i bambini hanno tutto il diritto di divertirsi.

Info e programma su: http://www.parcominerarioaltavalsugana.it/festa/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.