Graziano Ferrari dalla Francia con il resoconto della giornata di Martedì ci aggiorna puntualmente sullo svolgimento del Congresso.

Il resoconto é stato scritto da Graziano Ferrari nella tarda serata di Martedì e inviato alla mailing list Speleo-it@googlegroups.com , lo ringraziamo vivamente sia per tenerci aggiornati, sia per aver scelto di indossare il cappellino Scintilena e portare un pezzetto di noi al Congresso UIS!

da Graziano Ferrari:

Nuovo numero di La Gazette du Lac dal Congresso internazionale di speleologia in Francia, dedicata alla giornata di ieri, lunedì 25, primo giorno delle effettive operazioni del congresso..

Potete trovare la scheda qui:

http://www.gwferrari.it/RivisteSpeleo/ICS2022/LaGazetteDuLac.html

Il numero di ieri è stato pubblicato solo oggi nel primo pomeriggio, ma comprende ben 16 pagine, dato che illustra tutte le attività messe in campo ieri, con il congresso a pieno regime.

A pagina 4 c’è una foto scattata dal fotoreporter della Gazette a Casa Italia, con Arrigo Cigna attorniato da Sergio Orsini, Presidente della SSI, e da Nadia, la sua consorte (del Presidente) nonché ottima espositrice in perfetto francese. La didascalia dice: I nostri amici italiani attorno al veterano del Congresso, il Past-President dell’UIS Arrigo Cigna.

Per quanto posso raccontare, ieri pomeriggio sono iniziate le sessioni scientifiche, con 6 sessioni in parallelo, dedicate ai Depositi, al Pseudocarso, a Topografia-Rilievo-Documentazione, al Soccorso, alla Protezione del carsismo ed all’Idrogeologia-Chimica Fisica.

Io ho cercato di seguire la sessione di Topografia, affollatissima ma funestata da un caldo torrido, dato che il campus universitario che ospita il congresso ha messo a disposizione le aule ma non la climatizzazione.

Oggi altre sessioni parallele, dedicate ancora ai Depositi, alla Topografia-Documentazione, alla Protezione, all’Idrogeologia ed in più alla Didattica-Materiali-Tecniche, alla Speleologia glaciale, alla Geomorfologia-Speleogenesi ed alle Grotte vulcaniche. Fortunatamente, l’organizzazione del Congresso ha provveduto a dotare le aule di climatizzatori mobili, per cui oggi era possibile assistere alle presentazioni senza schiattare. Oggi pomeriggio ho presentato un lavoretto sulle biblioteche virtuali di speleologia.

Osservo che da parte italiana vi sono numerosi lavori di rilievo tridimensionale, ed altri di ricerche scientifiche, di ottimo livello. Mi sembrano pressoché assenti le relazioni sulle grandi esplorazioni che so essere state svolte in anni recenti.

Insomma, un programma molto ricco, dove riesce impossibile seguire tutti i lavori di interesse.

Inoltre, stand materiali e libri, mostre fotografiche e proiezioni di video, fra cui il celeberrimo Il Buco. C’è anche un tendone da circo che dovrebbe ospitare uno Speleo-bar ed in cui si svolgono le attività serali. Per ora lo speleo-bar è sottotono.

Infine, a cura della società Petzl, è stato allestito un percorso molto complesso in corda sui due piani di una struttura del campus, con tutto l’assortimento di difficoltà di progressione, fra cui una lunga teleferica.

Grazie alla presenza di nuvole, oggi pomeriggio la temperatura in esterni non era proibitiva e si è svolto un incontro per celebrare il trentennale della Federazione Europea di Speleologia (FSE), con degustazione di vino, birra, salumi, dolciumi, ecc. Sono stati premiati i progetti vincitori dei bandi della FSE, fra cui due progetti italiani, e sono stati onorati anche i vincitori dei contributi per la partecipazione al Congresso destinati a giovani speleologi. Fra i 4 vincitori, ben 2, un ragazzo ed una ragazza, sono italiani.

Anche in questo caso, la FSE ha richiesto la presenza del nostro decano Arrigo, in qualità del più anziano ed autorevole fra i fondatori della FSE.

Allo stand materiali e libri sono in vendita numerose pubblicazioni di area francese e belga, fra cui vari volumi originali di Eduard-Alfred Martel, spesso a prezzi interessanti.

Inoltre, il bravissimo speleo-fotografo Robbie Shone ha distribuito un favoloso volume fotografico con le sue foto migliori, che è tutto dire…

Stasera, serata al tendone-circo a cura della Petzl, con aperitivo ed animazione.

Domani, giornata di sospensione delle attività, per le escursioni nelle varie grotte attrezzate, oppure per riposarsi o fare turismo nella Savoia. Il congresso riprende giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.