Ecco i primi scatti di Peter Gedei della Sancinova Jama scoperta appena 15 giorni fa.

Le foto sono state realizzate dallo speleofotografo Peter Gedei ed il suo team di speleologi, professionisti degli scatti nel mondo sotterraneo, e pubblicate sulla pagina facebook della Società Adriatica di Speleologia.

La grotta riccamente concrezionata e di dimensioni davvero ragguardevoli, è stata scoperta solo 15 giorni fa da Claudio Bratos (S.A.S/Jospdt) e da Mauro Kraus (Gruppo Speleologico San Giusto).
L’accesso alla cavità, che si apre tra Padriciano e Basovizza, è consentito solo a speleologi esperti, perchè la grotta si sviluppa su pozzi verticali da scendere con attrezzature e tecniche speleologiche.
La caverna finale ha dimensioni veramente ragguardevoli. 120 metri per 60, con un’altezza media attorno ai 20-25 metri.
In alto occhieggiano alcuni ampi camini, alti 50 metri, ancora da esplorare.
L’enorme caverna, oltre a un cumulo gigantesco di rocce dovuto al collassamento della volta, presenta una grande ricchezza di ambienti concrezionati.

Nonostante la grandezza della cavità, dalle prime osservazioni, non sembrerebbero esserci molte forme di vita nella nuova grotta.
Per arrivare all’interno della grotta gli speleologi hanno letteralmente scavato un passaggio tra l’esterno e l’interno, rompendo l’isolamento.
La catena alimentare del sottosuolo dipende sempre dall’apporto esterno di materiale organico, o dall’ingresso o da fiumi sotterranei.
La Sancinova presumibilmente rientra in questa categoria.

Maggiori info sull’esplorazione e altre foto della splendida grotta su facebook alla pagina della Società Adriatica di Speleologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.