CALCULATING THE SIZE AND VOLUMES OF THE WORLD’S LARGEST CAVE CHAMBERS

Dagli atti del Congresso internazionale di Varenna 2017: www.scintilena.com/simposio-varenna-2017
CALCULATING THE SIZE AND VOLUMES OF THE WORLD’S LARGEST CAVE CHAMBERS
Richard Walters
British Cave Research Association

Per quasi tre anni un gruppo di tre speleologi, Tim Allen, Andy Eavis e Roo Walters sono stati in tutti gli ambienti sotterranei più grandi del mondo per rilevarli per mezzo di una tecnologia laser tridimensionale moderna. Tutt avia non abbiamo fatto tutto soltanto in tre, ma siamo stati aiutati da innumerevoli persone del posto e da altri speleologi provenienti da tutto il mondo. In tutto sono stati rilevati 15 ambienti, ed ora stiamo sfruttando tutti i dati allo scopo di produrre un metodo per misurarli che sia coerente, ripetibile ed accettabile, con l’obiettivo di raggiungere una conclusione per la fine della Conferenza UIS Speleo 2017 a Sydney in Australia. In questa presentazione, Roo metterà in rilievo alcuni dei problemi che devono essere risolti, come per esempio che cosa è una sala, dove inizia e dove finisce. Una grandezza interessante è l’area di una grotta; è chiaro che come speleologi non siamo stati coerenti nemmeno in quello che intendiamo per area di un ambiente. Roo concluderà mostrando alcune riprese a volo d’uccello ed immagini di questi luoghi meravigliosi e definirà i campi di lavoro futuro.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Convegni, Notizie dall'estero, Varenna 2017

ECCEZIONALE! Ricostruita in 3D la camera magmatica dello Stromboli

Stromboli camera magmatica in 3D

Stromboli 3D


Definita per la prima volta la geometria della camera magmatica superficiale del vulcano Stromboli, localizzata tra 2 e 4 km di profondità, grazie alle immagini acquisite con tecniche tomografiche. I risultati dello studio, condotto da INGV, sono stati pubblicati sul Geophysical Research Letters

Una tomografia ad alta risoluzione dello Stromboli ha permesso di definire, con precisione, il sistema di alimentazione e la geometria della camera magmatica. A metterla a punto, un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) – Osservatori Etneo e Vesuviano, Centro Nazionale Terremoti (CNT). Lo studio è stato pubblicato su Geophysical Research Letters

“Il progetto”, spiega Domenico Patanè, dirigente di ricerca dell’INGV-OE, è nato dalla necessità di conoscere meglio la struttura interna del vulcano per cercare di definire il sistema di alimentazione e provare a individuare la camera magmatica”. Per l’occasione sono state installate sull’isola 20 stazioni sismiche temporanee, in Continua a leggere ECCEZIONALE! Ricostruita in 3D la camera magmatica dello Stromboli →

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Esplorazioni e Scoperte, Sicilia

Si rompe la fune, soccorso in elicottero finisce in tragedia

Austria – Durante l’intervento di soccorso a due escursionisti in difficoltà sul Monte Eisenerzer Reichstein, nel gruppo montuoso della Stiria Meridionale, un incidente nel recupero ha provocato la morte di un soccorritore e di uno dei due escursionisti.

I due alpinisti alle prese con la salita ai 2165 metri dell’Eisenerzer Reichenstein avevano chiesto aiuto al soccorso alpino austriaco perchè la donna spossata dalla fatica non era in grado di proseguire.
Sul posto è intervenuto un elicottero “Libelle” della Polizia alpina che ha raggiunto la coppia, facendo scendere con il verricello un soccorritore che ha agganciato alla fune anche i due escursionisti.
Al momento di sollevarsi dal suolo, la fune si è spezzata, facendo precipitare i tre in un burrone.

Il pilota dell’elicottero ha dato l’allarme e sul posto sono arrivati altri due elicotteri con 20 soccorritori che non senza difficoltà hanno raggiunto il fondo del burrone dove hanno raggiunto i tre malcapitati che erano ancora vivi.
La donna e il soccorritore, un poliziotto del soccorso, sono deceduti in seguito alle lesioni subite, mentre il coniuge della donna è rimasto ferito ma non sembra in pericolo di vita.

Per fare luce sulla vicenda le autorità viennesi hanno istituito una commissione internazionale con consulenti svizzeri e tedeschi.
Sembra comunque plausibile che nel momento in cui l’elicottero “Libelle” in volo stazionario stava recuperando le tre persone appese al cavo, vi sarebbe verificato un improvviso spostamento d’aria, che avrebbe fatto perdere quota al velivolo. Il grappolo umano appeso al cavo sarebbe stato sbattuto sul terreno sottostante e il cavo allentato avrebbe sfiorato le rocce, che lo avrebbero tranciato.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Incidenti, Notizie dall'estero, Soccorso

Premio Franco Veneziani 2017

premio-veneziani-invito_2017
Il Gruppo Speleologico Terre Arnolfe di Cesi vi invita a partecipare all’evento “Premio Franco Veneziani 2017″ che si svolgerà il 25 giugno alle ore 17:30.
Tale sede potrà essere anche momento di riflessione sullo stato dell’arte dell’intera rete Sentieristica.

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Umbria

CAVE SURVEYING IN 2017

Dagli atti del Congresso internazionale di Varenna 2017: www.scintilena.com/simposio-varenna-2017

CAVE SURVEYING IN 2017
Marco Corvi

Riferiamo i risultati di una indagine sui rilievi di grotta nel mondo. L’indagine è stata limitata agli elementi di base del rilievo speleologico ed alla organizzazione e classificazione dei dati. Mentre il DistoX sta diventando il sostituto dei mezzi tradizionali di raccolta dati, gli altri passi del processo di rilievo speleologico vengono eseguiti con una serie di strumenti, parecchi dei quali sono in uso soltanto in pochi paesi.

Altre risorse, programmi, download, approfondimenti: https://sites.google.com/site/speleoapps/home

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Convegni, Varenna 2017

Soccorso troppo rischioso: lo speleologo morto giovedì rimarrà nella grotta spagnola

puntelli

puntelli


“Sono triste di non essere in grado di recuperare il corpo di mio fratello. Ma non riesco a pensare ad un posto più adatto dove possano riposare i suoi resti.”. Sono le parole del fratello della vittima, anche lui speleologo.
I soccorritori rinunciano al recupero del corpo.

Giovedì scorso l’allarme per il mancato rientro di uno speleologo sulle Asturie, José Antonio Gambino, dalla grotta Torca di Aranaga, Galdames, ha dato il via alla catena di avvenimenti che ha portato i soccorritori baschi a questa triste decisione.

Il giovane giovedì scorso è rimasto vittima di un crollo di molti massi all’interno di una piccola grotta.

I soccorritori che lo hanno raggiunto hanno potuto verificare solo che il corpo dello speleologo giaceva sotto molte rocce.

Nei giorni successivi si è tentato, con poca esperienza, di rimuovere i massi e procedere al recupero della vittima, ma l’instabilità della grotta e le operazioni necessarie a liberarlo hanno infine fatto desistere dal tentativo di portare fuori il corpo. Nell’immagine, alcune puntellature improbabili realizzate in questi giorni per mettere in sicurezza la grotta.
La decisione di interrompere le operazioni è stata presa in accordo con la famiglia dopo che venerdì e sabato si erano studiate alcune soluzioni tecniche.
La zona molto stretta accessibile sono togliendosi l’attrezzatura, è ad una quindicina di metri di profondità. Ingegneri minerari e altri tecnici avevano ipotizzato di realizzare una apertura artificiale da mettere in sicurezza e puntellare, perchè la roccia è praticamente marcia e instabile.

Il principio di salvaguardare la vita dei soccorritori ha infine prevalso sulla volontà di riportare in superficie il corpo.

Dedichiamo al giovane speleologo spagnolo la preghiera dello speleologo, di Marcel Loubens, anche lui morto in grotta alla Pierre st. Martin e recuperato l’anno dopo il suo decesso, mai così attuale:

“Signore, ti ho cercato tra le vette e gli abissi

e dovunque ho trovato palese il tuo segno,

ma quaggiù più che mai la mia anima

è piena della tua pace.

Dammi, o Signore, la buona ventura,

ma se mi accadesse di perdere la vita che mi donasti,

fa che io riposi per sempre in questo incantato silenzio”.

MARCEL LOUBENS

Fonte della notizia con foto e altri link ad ulteriori notizie:
http://espeleobloc.blogspot.com/2017/06/espeleoleg-mort-per-despreniment-de.html

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Incidenti, Notizie dall'estero

MINIERE DELLA MAIELLA

UNA TESTIMONIANZA ANTROPOLOGICA STRAORDINARIA,
RISALENTE AGLI INIZI DEL NOVECENTO,
IN UNA MINIERA DELLA MAIELLA:
in un’unica galleria di una ventina di metri,
i minatori hanno lasciato iscrizioni
per 80 metri quadrati soffitto compreso!

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Abruzzo, Altre Notizie, Archeologia, Dalle Regioni, Esplorazioni e Scoperte, Speleologia urbana, Strisciando 2016

Seminario di Approfondimento sugli Asellidi della FSS


Continuano senza sosta le attività della Commissione Biospeleologica della FSS, domenica 28 maggio si è svolto un seminario di approfondimento sugli Asellidi, ospitati dell’Istituto Marino Internazionale di Torregrande-Oristano.
Il corso è stato tenuto da uno dei massimi esperti sull’argomento il Prof. Roberto Argano, del Dipartimento di Biologia Animale e dell’uomo, Università di Roma “La Sapienza”.
Durante il seminario teorico si sono approfonditi i temi relativi a: “I crostacei Isopodi, un modello per lo studio dell’evoluzione” e “Stato delle conoscenze sui crostacei Isopodi della Sardegna”.

il resto dell’articoluo su:

http://www.federazionespeleologicasarda.it/eventi/?op=show&c=4&t=337

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Biospeleologia, Didattica, Sardegna

GEOLOGIA & CARSISMO NEGLI IBLEI


Scarica il programma

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Altre Notizie

Raduno annuale di speleologia della Croazia, a Novembre a Dubrovnik

Raduno Speleo Nazionale Croazia Dubrovnik

Raduno speleo Dubrovnik Croazia

Abbiamo il piacere di invitarvi al raduno annuale di speleologia della Croazia, il quale, per la prima volta, avrà luogo nella regione di Dubrovnik-Neretva, nel paese di Cilipi situato nella valle del Konavle (non lontano dalla città di Dubrovnik). Il raduno si svolgerà nei giorni 17-18-19 novembre 2017.

Pernottamenti

I partecipanti avranno la possibilità di pernottare presso la scuola elementare di Cilipi, situata in prossimità del luogo ove si svolgerà la manifestazione. Si ricorda di premunirsi di saccoapelo e materassino.
Esiste inoltre la possibilità di campeggiare in prossimità della scuola o di prenotare anticipatamente presso le strutture alberghiere presenti in loco. In tal caso, si consiglia di effettuare la prenotazione con congruo anticipo.

Cibo

Tutti i partecipanti avranno un pranzo nella giornata di sabato. Sono presenti inoltre, nelle vicinanze della manifestazione, diversi negozi di alimentari, pizzerie e ristoranti.

Tassa d’iscrizione
50 kune / 7 euro

L’iscrizione può essere fatta qui: http://skupspeleologa2017.simplesite.com

Ti interessa questo argomento? vedi articoli correlati su: Eventi Speleo, Notizie dall'estero